San Francesco rappresenta il Sacro Natale a Greccio

San Francesco rappresenta il Sacro Natale a Greccio

Dieci giorni dopo l’approvazione ufficiale della Regola, dalla piana della Porziuncola, all’indomani della festa dell’Immacolata, Francesco raggiunse, per adempiere ad uno dei suoi ciclici e sempre più frequenti ritiri spirituali, Greccio, piccolo borgo a metà strada tra Terni e Rieti, ai piedi dei concatenati Monti Sabini. Là, tra le piaghe di quelle alture, in un anfratto incastonato come “un nido d’aquila”, vi era l’eremo dei frati, romitorio già frequentato da… Continua

…e la notte si illumina (il Natale e Chiara d’Assisi)

…e la notte si illumina (il Natale e Chiara d’Assisi)

Il 14 febbraio 1958 Pio XII dichiarava santa Chiara patrona universale della televisione. La scelta cadde sulla santa assisana per il noto episodio di cui fu protagonista la notte di Natale nel 1252, anno precedente alla sua morte. L’episodio narra: «In quell’ora della Natività quando il mondo eleva con gli angeli canti di giubilo al nato Bambino, tutte le signore vanno nell’oratorio per il mattutino, e lasciano sola la madre… Continua

Natale a Natale!

Natale a Natale!

Se san Francesco, oltre al già previsto e rodato tempo di Avvento, già di per sé deputato a farci vivere nella preparazione operosa e nella preghiera questo tempo di attesa che culminerà nella festa del Natale, prevede addirittura la “quaresima francescana”, che tutt’ora i francescani si impegnano a vivere: «E digiunino dalla festa di Tutti i Santi fino alla Natività del Signore» (Rb 3,5: FF 84; cf. 2Cel 131: FF… Continua

Natale Francescano

Natale Francescano

Tutto è partito da san Francesco d’Assisi, dal suo forte desiderio di rappresentare e «vedere con gli occhi del corpo i disagi in cui si è trovato il Bambino nato a Betlemme per la mancanza delle cose necessarie a un neonato, come fu adagiato in una greppia e come giaceva tea il bue e l’asinello» (1Cel 84: FF 468-470). Una raccolta di testi di autori francescani che dal 1200 ai… Continua

Tre regali per Natale/3. Triduo in preparazione al Natale

Tre regali per Natale/3. Triduo in preparazione al Natale

Terzo regalo di Natale. Avete paura di un cambiamento che sta avvenendo o che dovete fare? C’è qualcosa di nuovo che sentite dentro ma che temete? Fate fatica ad operare un passaggio, un cambio, che provoca dolore e sofferenza? Vorreste che fosse già avvenuto mentre ci siete ancora dentro? Il regalo è Gesù Bambino: il coraggio del nuovo. Natale vuol dire nascere. Quando nasce un bimbo la vita cambia, tutto… Continua

Tre regali per Natale/2. Triduo in preparazione al Natale

Tre regali per Natale/2. Triduo in preparazione al Natale

Secondo regalo di Natale Avete delle difficoltà da affrontare, una decisione difficile, una scelta non semplice, una situazione confusa da non sapere come muoversi, cosa fare, dove andare? Il regalo è Giuseppe: la decisione. Giuseppe è già fidanzato con Maria. Ognuno vive a casa sua e quindi non vi sono rapporti fra i due. Ma Maria rimane incinta. Giuseppe si dice: “Io non sono stato”. E poi: “Come faccio a… Continua

Tre regali per Natale/1. Triduo in preparazione al Natale

Tre regali per Natale/1. Triduo in preparazione al Natale

Mi ricordo quando ero piccolo, e sicuramente questo vale anche per molti di voi, alla sera della vigilia del Natale, ero tutto trepidante perché nella notte santa arrivava Gesù Bambino e con mio fratello e mia sorella eravamo tutti contenti perché ci avrebbe portato i regali, i doni.  Allora mi sono chiesto: ma che regalo vorrei io da questo Natale? Quale regalo vorreste che il Natale vi portasse? Quale regalo… Continua

Il presepe di Chiara

Il presepe di Chiara

«Manda sulla terra la sua parola, il suo messaggio corre veloce»: il salmo 147 quasi ci dipinge visivamente l’irrefrenabile potenza di vita di una Parola che corre, ansiosa di raggiungere, di diffondersi, di riempire il tempo e lo spazio. Parola veloce come chi ama e non sopporta indugi e distanze. È rapido l’annuncio dell’angelo a Maria, è un istante il silenzio che precede il fiat, come un respiro profondo prima… Continua

A come… asino!

A come… asino!

Dar dell’asino a qualcuno non è propriamente un complimento. Ma, tutto sommato, neppure una grossa offesa. L’asino è sì cocciuto, perso nei suoi pensieri, intento solo a ruminare o a girare in tondo legato alla ruota. Ma è allo stesso tempo un grande lavoratore, insensibile alla fatica, capace di incassare senza batter ciglio un bel po’ di poco gentili frustate. È cocciuto, anche nel senso di essere risoluto e affidabile…. Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio