Anna della Croce, clarissa (1527-1601), venerabile

26 Aprile

Anna Ponce de Leon, di origini nobili, nasce in Spagna nel 1527. Ebbe un’infanzia istruita e devota, finché fu data in sposa ad un nobile di Cordoba. Fu sempre molto attenta nei confronti dei poveri, a cui regalò persino la sua fede nuziale. Ebbe un figlio che però morì presto, e dopo alcuni anni anche il maritò morì dopo lunga malattia. Anna affrontò con fede e abbandono in Dio questi lutti, e alla fine scelse di entrare nel monastero delle clarisse di S. Chiara a Montiglia (Granada), anche se dubitando della sua dignità a vestire l’abito di S. Chiara. Il dubbio le fui sciolto da un’apparizione proprio della stessa S. Chiara con S. Francesco. Di questa come di molte altre esperienze mistiche, raccontò lei stessa sempre al suo padre confessore. In monastero cercò sempre l’umiltà e gli ultimi posti, non accettando mai di essere chiamata “signora”, viste le sue origini nobili, né di essere costretta ad accettare la carica di badessa. Morì il 26 aprile 1601.
Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio