Rimanere per la gioia!

Rimanere per la gioia!

Giovedì V Settimana di Pasqua At 15,17-21     Sal 95      Gv 15,9-11 Dio è amore infinito e ce ne dà testimonianza nel farci conoscere come circola l’amore nella santissima Trinità. Il Padre ama infinitamente il Figlio di un amore unico, totale, irripetibile. Lo Spirito Santo è la loro stessa vita che viene elargita a piene mani al mondo. Noi comprendiamo che siamo destinati all’amore e possiamo conoscere l’amore, possiamo amare qualcuno,… Continua

Benefiche potature

Benefiche potature

Mercoledì V Settimana di Pasqua At 15,1-6    Sal 121    Gv 15,1-8 Santa Rita da Cascia, Memoria Nella vigna, i tralci secchi che non portano frutto, durante l’inverno vengono eliminati. In primavera, il tralcio che produce i nuovi getti viene liberato dai rami di troppo. In ogni stagione ci sono le necessarie potature. Per l’agricoltore questo non è una semplice e sbrigativa pulizia. Ma è un lavoro accurato e sapiente, perché… Continua

Benevolenza irrevocabile

Benevolenza irrevocabile

Martedì V Settimana di Pasqua At 14,19-28   Sal 144   Gv 14,27-31 La parola “pace” nella Scrittura, è sinonimo di pienezza della vita umana, della gioia, della libertà e dell’amore; comprende il desiderio dell’integrità del corpo, pienezza di bene nel rapporto con Dio, con gli altri e con sé stessi. Gesù ci lascia la sua pace perché Gesù è diventato per noi il sì immutabile di Dio al mondo. Quando Gesù dice «Vi… Continua

Amati per amare

Amati per amare

Lunedì V Settimana di Pasqua At 14,5-18       Sal 115    Gv 14,21-26 San Bernardino da Siena  Sacerdote, Memoria «Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi, e non al mondo?». Gesù sembra non considerare questa domanda. Eppure la risposta è proprio lì: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui». Solo se ci… Continua

segni particolari per l’identità cristiana

segni particolari per l’identità cristiana

Quando Giuda fu uscito [dal cenacolo], Gesù disse: «Ora il Figlio dell’uomo è stato glorificato, e Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito. Figlioli, ancora per poco sono con voi. Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni… Continua

Uniti in un solo amore

Uniti in un solo amore

Sabato IV Settimana di Pasqua At 13,44-52     Sal 97      Gv 14,7-14 Nelle parole di Gesù, nella sua umanità, i discepoli hanno potuto conoscere il Padre, vederlo e toccare con mano il suo amore. Questo accade perché c’è una perfetta comunione e unità tra le parole e le opere di Gesù e quelle del Padre. Gesù è il Figlio di Dio, viene nel mondo non per sé stesso, ma per portare… Continua

Consolazione, non turbamento

Consolazione, non turbamento

Venerdì IV Settimana di Pasqua At 13,26-33     Sal 2     Gv 14,1-6 S. Pasquale Baylon Gesù annuncia ai suoi discepoli che se ne andrà verso il Padre, ma non vuole lasciare turbamenti. Mostrandoci il Padre, ci ha aperto il cammino verso di lui e ci ha dato la forza di seguirlo. Chi crede in lui, trova la via del ritorno a casa, casa dove c’è un posto per ognuno e partecipa… Continua

Sapere per fare

Sapere per fare

Giovedì IV Settimana di Pasqua At 13,13-25     Sal 88      Gv 13,16-20 “Un servo non è più grande del suo padrone, né un inviato è più grande di chi lo ha mandato”. Gesù, dando la sua vita per noi, ha cambiato i criteri di grandezza. Il più grande è colui che sa servire. Il più grande è l’umile, il piccolo. Lo sappiamo, lo desideriamo per la nostra vita, lo conosciamo… Continua

Gesù esclamò

Gesù esclamò

Mercoledì IV Settimana di Pasqua At 12,24-13,5    Sal 66    Gv 12,44-50 Gesù venne nel mondo ma i suoi non lo hanno accolto. Allora esclama, grida più forte, ci chiama a credere, perché la posta in gioco per noi è molto alta. Il suo è un appello accorato alla fede, alla vita vera, vita eterna perché vita di Dio, l’Eterno. Gesù ci parla anche di una condanna. Ma non è una… Continua

Sorprendere è fare quello che si chiede

Sorprendere è fare quello che si chiede

Martedì IV Settimana di Pasqua At 1,15-17.20-26 Sal 112 Gv 15,9-17 San Mattia, festa Può succedere che, chi comanda – forse anche noi –  non fa quello che chiede agli altri, finendo per trattare gli altri come se fossero dei servi. Gesù sorprende perché comanda di fare quello che, per primo, fa lui con noi, suoi amici. Per questo desideriamo stare con lui e conoscere l’amore che il Padre ha… Continua

Pastore e Porta

Pastore e Porta

Lunedì  IV Settimana di Pasqua At 11,1-18     Sal 41    Gv 10,1-10 “Pastore” in ebraico deriva dalla radice raah, che significa alimentare, dare nutrimento. Il pastore dunque, prima è in primo luogo colui che dona alle sue pecore il nutrimento. Un nutrimento che è vita in abbondanza: è l’essere conosciuti, chiamati per nome, amati in modo sovrabbondante e unico, “condotti fuori” da ciò che ci chiude e ci separa dal trovare… Continua

Domenica 12 maggio 2019, IV DI PASQUA

Domenica 12 maggio 2019, IV DI PASQUA

Dal Vangelo Giovanni 10,27-30 In quel tempo, Gesù disse: «Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono. Io do loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano. Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti e nessuno può strapparle dalla mano del Padre. Io e il Padre siamo una… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio