Domenica 23 aprile 2017, IIª DI PASQUA

Domenica 23 aprile 2017, IIª DI PASQUA

Dal Vangelo Giovanni 20,19-31 La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato… Continua

nostro gemello Tommaso

nostro gemello Tommaso

La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando… Continua

Dalla elaborazione della nuova “Regola” alla bolla “Solet annuere” di Onorio III

Dalla elaborazione della nuova “Regola” alla bolla “Solet annuere” di Onorio III

Sulla china della sua “passione”, stanco ma non arreso, concentrò tutte le sue energie sull’elaborazione di una nuova Regola, considerato che l’altra era svanita nell’oblio, con l’intenzione di redigerla più sintetica e razionale, eliminando le ripetizioni e gli orpelli dei riferimenti biblici e cercando anche di attenuare alcune prescrizioni. Per adempiere a questo compito ed essere in raccoglimento più vicino a Dio, si ritirò nell’eremo di Fonte Colombo, accompagnato da… Continua

La foresteria del monastero delle clarisse

La foresteria del monastero delle clarisse

Se cercassimo nelle Fonti Francescane tracce di una “foresteria” per l’accoglienza ai pellegrini o ai viandanti, non ne troveremmo, se non in termini non troppo felici per esempio quando Francesco, in marcia verso Gubbio e appena percosso da briganti, «finalmente arrivò a un monastero di monaci dove rimase parecchi giorni vestito solo di un povero camiciotto a far da sguattero in una cucina e per cibarsi era ridotto a desiderare… Continua

Domenica 16 aprile 2017, RESURREZIONE DEL SIGNORE

Domenica 16 aprile 2017, RESURREZIONE DEL SIGNORE

Dal Vangelo Giovanni 20,1-9 Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si… Continua

tornare in Galilea

tornare in Galilea

Dopo il sabato, all’alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l’altra Maria andarono a visitare la tomba. Ed ecco, vi fu un gran terremoto. Un angelo del Signore, infatti, sceso dal cielo, si avvicinò, rotolò la pietra e si pose a sedere su di essa. Il suo aspetto era come folgore e il suo vestito bianco come neve. Per lo spavento che ebbero di lui, le guardie… Continua

Pasqua di Risurrezione. «Sì, ne siamo certi: Cristo è davvero risorto. Tu, Re vittorioso, abbi pietà di noi» (dalla Sequenza)

Pasqua di Risurrezione. «Sì, ne siamo certi: Cristo è davvero risorto. Tu, Re vittorioso, abbi pietà di noi» (dalla Sequenza)

A Camposampiero-PD, a inizio Quaresima nella nostra chiesa-santuario guardando il Crocifisso ligneo del presbiterio, m’avvedo, sullo sfondo, del mosaico di Gesù Risorto. Stanno bene assieme il Crocifisso e il Risorto: Gesù ci ha amato da morire! E nella sua risurrezione porta, senza volerli annullare, i segni della crocifissione. Ogni realtà umana, anche la più faticosa,  può essere in lui redenta. Qualche giorno dopo, a Padova, appostandomi nel giardino del convento… Continua

Sabato santo. Triduo pasquale/3

Sabato santo. Triduo pasquale/3

Il Sabato Santo è segnato da un profondo silenzio, è il giorno del silenzio di Dio. Noi dobbiamo fare di tutto perché per noi sia proprio una giornata di silenzio. Gesù deposto nel sepolcro condivide con tutta l’umanità il dramma della morte. È un silenzio che parla ed esprime l’amore come solidarietà e condivisione. In questo giorno l’amore  diventa attesa della vita nella risurrezione. Questo Sabato di silenzio, di meditazione,… Continua

Venerdì santo. Triduo pasquale/2

Venerdì santo. Triduo pasquale/2

Sono spoglie le nostre chiese, tacciono le campane. Disadorne, buie, nessuno celebra l’eucarestia nella Chiesa, in segno di rispetto per l’unico, grande sacrificio che si consuma sulla croce. Centrato sul mistero della Passione è il Venerdì Santo, tutto orientato alla contemplazione di Cristo sulla Croce. È la giornata che fa memoria della passione, crocifissione e morte di Gesù. In questo giorno la liturgia della Chiesa non prevede la celebrazione della… Continua

via crucis francescana 7/7

via crucis francescana 7/7

Pubblichiamo in 7 uscite il testo della via crucis animata dalle comunità francescane conventuali della provincia di Padova il 7 aprile 2017 presso la Basilica del Santo a Padova. Ultima uscita. SETTIMA STAZIONE – GESU’ RISORGE DAI MORTI (Comunità di Sant’Antonio all’Arcella – Padova) Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo. Dal Vangelo secondo Marco (16, 1-7) – Passato il sabato, Maria… Continua

Giovedì Santo. Triduo pasquale/1

Giovedì Santo. Triduo pasquale/1

Celebrare ogni anno la Pasqua del Signore, ricordare e rivivere i suoi gesti e le sue parole, è confessare la fede nella resurrezione di Cristo, è affermare di credere che la vicenda di quell’uomo, Gesù di Nazaret, come lui ha vissuto e come lui è morto ed è tornato alla vita, possiede ancora oggi un valore e un significato grandi per la vita degli uomini e per l’intera storia dell’umanità…. Continua

via crucis francescana 6/7

via crucis francescana 6/7

Pubblichiamo in 7 uscite il testo della via crucis animata dalle comunità francescane conventuali della provincia di Padova il 7 aprile 2017 presso la Basilica del Santo a Padova. SESTA STAZIONE – GESU’ MUORE IN CROCE (Comunità dei Santuari Antoniani – Camposampiero) Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo. Dal Vangelo secondo Luca (23,44-48) – Era già verso mezzogiorno e si fece… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio