Gv 21,15-19

Quanto lo amo?

Quanto lo amo?

Venerdì VII settimana di Pasqua At 25,13-21     Sal 102     Gv 21,15-19 Gesù, aveva chiamato Pietro e suo fratello Andrea a diventare pescatori di uomini chiedendo di lasciare le reti, la barca il padre… “Mi ami tu più di costoro?”. Nel momento più duro per Gesù e i suoi discepoli, Pietro rinnega. Ma, dopo la sua Resurrezione, il Signore rinnova all’apostolo la proposta di seguirlo chiedendogli ancora una volta di lasciare… Continua

Gv 17,20-26

Unità a doppio taglio

Unità a doppio taglio

Giovedì VII Settimana di Pasqua At 22,30;23,6-11   Sal 15   Gv 17,20-26 Gesù prega affinché tutti siano uno. Annuncia anche come nasce questa unità: dalla parola di coloro che Gesù ha inviato e che rimane “una” nelle generazioni, poiché è “una” anche nella sua origine. I primi inviati, come ciascuno di noi, sono chiamati a comunicare solo quello che Gesù ha comunicato e che lo Spirito di Verità illumina gradualmente. Fare… Continua

Gv 17,11-19

Custoditi e consacrati

Custoditi e consacrati

Mercoledì VII Settimana di Pasqua At 20, 28-38    Sal 67   Gv 17,11-19 Gesù chiede al Padre di custodirci e consacrarci. Custodire: è la cura intima e familiare che di solito ha il padre di famiglia. Consacrare: è l’azione di Dio che mette a parte, dedica, riserva a sé qualcuno per entrare con lui in una relazione più bella e più intima. Gesù è il consacrato: “per loro consacro me stesso”…. Continua

Gv 17,1-11

Dignità del dimenticarsi

Dignità del dimenticarsi

Martedì VII Settimana di Pasqua At 20,17-27   Sal 67   Gv 17,1-11 San Filippo Neri, memoria Gesù, prima della sua passione, invoca il Padre e rende preghiera quanto ha detto ai suoi discepoli. La densità di questa preghiera tocca la nostra vita, non solo perché prega per noi, si preoccupa di noi, ma anche perché ci ricorda dove sta la nostra dignità. Quanto spesso noi cerchiamo valore e riconoscimento, forse anche… Continua

Non siamo soli

Lunedì VII Settimana di Pasqua At 19,1-8 Sal 67 Gv 16,29-33 «Vi ho detto queste cose perché abbiate pace in me». I discepoli credevano di aver finalmente compreso Gesù, e si sento dire che invece non credono, ma anzi si disperderanno e lo lasceranno solo. Gesù pone i discepoli davanti alla dura verità del loro limite e della loro fragilità. Eppure lo fa per consolare! Sì, perché annuncia che il… Continua

Gv 16,23-28

Intimità gioiosa

Intimità gioiosa

Sabato VI Settimana di Pasqua At 18,23-28      Sal 46       Gv 16,23-28 “Finora non avete chiesto nulla nel mio nome. Chiedete e otterrete, perché la vostra gioia sia piena”. Gesù ha compiuto la sua opera: ricondurci al Padre. In tutta la sua vita ci ha mostrato il vero volto di Dio: Padre misericordioso, che va in cerca di chiunque si sia perduto, perché torni a godere del Suo amore. Ora sappiamo… Continua

Gv 16,20-23

La gioia del frutto

La gioia del frutto

Venerdì VI Settimana di Pasqua At 18,9-18    Sal 46    Gv 16,20-23 Santa Rita da Cascia religiosa, memoria Il Vangelo di ieri parlava di tristezza e di gioia. Oggi anche di dolore e di gioia. Il dolore lo sperimentiamo certamente quando arriva, senza cercarlo, ma possiamo anche negarlo. Il dolore, poi, è anche una scelta, quando decido di stare o addirittura entrare dentro le situazioni faticose. Cosa spinge a questo?… Continua

Gv 16,16-20

Destinati alla gioia

Destinati alla gioia

Giovedì VI Settimana di Pasqua At 18,1-8     Sal 97  Gv 16,16-20 “In verità, in verità io vi dico…”, Gesù sta per affermare un dato della fede, sta per dire qualcosa di stabile: il tempo del silenzio, della sua assenza sarà un momento di pianto e di gemito che spiega il mistero della Croce. Il mondo, chi non vive l’esperienza della fede in Gesù, invece si rallegrerà. È un rallegrarsi che… Continua

Gv 16,12-15

Diventare capaci… anzi, capienti!

Mercoledì VI Settimana di Pasqua At 17,15.22-18,1   Sal 148    Gv 16,12-15 San Bernardino da Siena sacerdote, festa Lo Spirito santo viene a guidarci a tutta la verità. Ci svela le molte cose che il Signore ha da dirci. Ci svela il mistero del Padre e il Figlio uniti nell’amore. Ma anche il mistero della vita, dell’amore, degli altri, di me stesso. A noi, come ai discepoli, queste molte cose sono… Continua

Gv 16,5-11

Andarsene e rimanere

Andarsene e rimanere

Martedì VI Settimana di Pasqua At 16,22-34   Sal 137   Gv 16,5-11 Nel vangelo di oggi si respira un clima di profondità, tipico di tutte quelle volte in cui comprendiamo che la vita e la morte sono un fatto serio, che l’unica cosa che dà senso ad entrambe è amare. Manca poco alla morte di Gesù, i discepoli si rattristano e si ammutoliscono: come faranno senza il loro Rabbunì, colui che… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio