A ritmo di touch. Tra tatto e contatto

A ritmo di touch. Tra tatto e contatto

Toccare, tastare, colpire, entrare in dialogo, trattare, riguardare, persino “rovinare leggermente” e commuovere… È lunga la lista delle possibili traduzioni del verbo touch; senza contare la varietà di interpretazioni che apre il sostantivo… A una parola corrisponde un universo che viaggia tra il reale e il virtuale o “realvirtuale”. C’è un touch – tatto che è lo sfiorare continuo, a volte compulsivo di uno smartphone, che fa entrare in relazione con una dimensione allargata di amici, o isolare dal mondo che non si vuole vedere; che permette una comunicazione multitasking con singoli e intere comunità di amici noti e meno noti, vicini e lontani; che riduce le distanze e favorisce una proliferazione istantanea di informazioni e contenuti leciti o illeciti, utili o futili, che invia uno smile sorridente, e fa bene, o un video violento, e distrugge. E c’è un touch – contatto che dice relazione, incontro, comunicazione verbale e non verbale, empatia dell’anima, vicinanza fisica.
Tra tatto e contatto come si trasformano le relazioni? La tecnologia ha cambiato solo le modalità e gli strumenti o sta modificando anche i sistemi relazionali? Come costruire un dialogo intergenerazionale a partire dai nuovi linguaggi? Come le nuove tecnologie incidono nei processi di apprendimento e nelle proposte educative? Interazione o relazione ai tempi della rete? Pedagogisti, psicologi, esperti di comunicazione e teologi si alterneranno durante la due giorni di convegno dedicato al mondo della scuola, organizzato per il terzo anno consecutivo daUfficio di Pastorale dell’Educazione e della Scuola della Diocesi di Padova e Messaggero di Sant’Antonio.

In particolare, venerdì 8, ore 11.00: Francesco e il lupo. Relazione neanche tanto virtuale – fra Fabio Scarsato

Auditorium dell’OPSA
Sarmeola di Rubano (PD), 8-9 settembre 2017
www.messaggerosantantonio.it/convegno2017convegno@santantonio.org

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Paolo Floretta
ARTICOLO DI: Paolo Floretta

“Fra Paolo Floretta è francescano conventuale. Laureato in filosofia e psicologia, è specializzato in psicoterapia. Ha lavorato al Messaggero di sant’Antonio, seguendo per alcuni anni lo sviluppo del web e il suo uso in chiave pastorle. Ha insegnato presso la Facoltà Teologica del Triveneto e si occupa di formazione e accompagnamento psicoterapeutico. Sta concludendo la specializzazione in teologia spirituale. Con don Marco Sanavio ha pubblicato Webpastore.it (EMP 2010).”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio