Mt 6,7-15

Poche … ma Buone

Poche … ma Buone

Giovedì XI Settimana Tempo Ordinario
Sir 48,1-14 Sal 96 Mt 6,7-15

Nel Vangelo di Matteo, il “Padre nostro” segna il culmine della catechesi sulla preghiera e il digiuno. È una preghiera essenziale, di poche e Buone Parole. Gesù ci insegna il vero modo di stare dinanzi al Padre, aprendoci gli occhi su un modello da non imitare, quello pagano, che rivolge continuamente parole agli dèi per avere benefici. Quale beneficio ci dona il Padre che è nei cieli? Quali benefici desideriamo da Lui? Proprio perché noi preghiamo un Padre, Gesù ci insegna a chiedere l’essenziale in una Buona dipendenza. L’essenziale sono il pane e la Misericordia, nutrimento, perdono, liberazione dal male; perciò pienezza e consolazione. In una Buona dipendenza: la tentazione che ci abita è di trasformare la preghiera in un monologo dove potrebbe venire a mancare l’ascolto fiducioso nella Parola che il Padre ogni giorno ci offre come sua presenza. Tutto questo è dono da vivere nella dimensione comunitaria, dove il nutrimento è da condividere e il perdono è fecondo se restituito, se gli altri, stando con noi, sperimentano la Misericordia del Padre.

Signore Gesù, intercedi per noi presso il Padre, perché cresca la fiducia e la disponibilità a fare spazio all’azione della grazia, all’opera Sua in noi.

Dalla Vita prima di Tommaso da Celano [FF 399]
In quel tempo i frati gli chiesero con insistenza che insegnasse loro a pregare, perché, comportandosi con semplicità di spirito, non conoscevano ancora l’ufficio liturgico. Ed egli rispose: «Quando pregate, dite: Padre nostro”. E questo gli stessi discepoli del pio maestro si impegnavano ad osservare con ogni diligenza.

Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio