Mt 16,13-19

Ecco le chiavi

Ecco le chiavi

Sabato VI Settimana del Tempo Ordinario
1Pt 5,1-4   Sal 22   Mt 16,13-19
Cattedra di San Pietro apostolo

«Ma voi, chi dite che io sia?» chiede Gesù ai discepoli. Dopo la risposta ispirata di Pietro, Gesù a lui affida le chiavi del regno. Non certo come simbolo di potere, ma come segno di servizio, di missione e di bene per tutta l’umanità. Le chiavi, che servono per aprire, sono il mandato di Gesù per Pietro e per tutta la sua Chiesa. Come corpo di Cristo, unito attorno al Signore, la Chiesa è chiamata a camminare in comunione, per aprire strade di amore e di verità. Non come padroni superbi, dice Pietro nella sua lettera, ma come esempi edificanti, facendoci modelli del gregge. E quindi lieti e pronti a donare la vita per il bene di tutti; perché tutti possano conoscere, amare, seguire il Signore Gesù, il Cristo, Figlio del Dio vivente.

Padre buono, sostieni il nostro Papa Francesco, ricolmalo di forza e di sapienza per aiutare tutti noi a capire chi sei.

Dalla terza lettera di Santa Chiara ad Agnese [FF 2888]
Fissa la tua mente nello specchio dell’eternità, fissa la tua anima nello splendore della gloria, fissa il tuo cuore nella effigie della divina sostanza e attraverso la contemplazione trasforma tutta te stessa nell’immagine della sua divinità, per sperimentare anche tu ciò che provano gli amici gustando la nascosta dolcezza, che Dio stesso ha riservato fin dall’inizio ai suoi amanti.

Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio