Mc 4,26-34

Tu semina

Venerdì III Settimana del Tempo ordinario
2Sam 11,14.5-10.13-17 Sal 50 Mc 4,26-34
San Giovanni Bosco sacerdote, memoria

È importante agire con tutta la buona volontà, come se tutto dipendesse da noi e pregare sapendo che tutto dipende da Dio, come ci dice Sant’Ignazio di Loyola. Il seme piantato nella terra cresce comunque e la nostra persona deve essere pronta ad accompagnare questa crescita, a curare e a custodire i frutti.
Dio è il signore dell’universo e in particolare di noi, suo popolo, del quale ha cura, e lo rende felice nella piena benedizione. Siamo nelle sue mani abili.
Il seme gettato, ci dice ancora il Signore, è piccolo, sembra invisibile, eppure diventerà un albero grande, sarà fonte di vita per tutti i credenti. Per il vangelo è essenziale avere fede e speranza nel piccolo seme che un giorno riempirà tutto! Questo è il Regno di Dio. E per noi c’è l’invito a servire nell’umiltà e nella piccolezza, seminando senza stancarci.

San Giovanni Bosco, che ha dato voce alle esistenze dei giovani e dei piccoli, ci insegni ad agire sapendo che il Signore opera con la Sua Grazia.

Dalla Vita Seconda di Tommaso da Celano [FF604]
Il servo di Dio, Francesco, piccolo di statura, umile di spirito e minore di professione, mentre viveva qui sulla terra scelse per sé e per i suoi una piccola porzione di mondo: altrimenti, senza usare nulla di questo mondo, non avrebbe potuto servire Cristo. E furono di certo ispirati da Dio quelli che, anticamente, chiamarono Porziuncola il luogo che toccò in sorte a coloro che non volevano assolutamente possedere nulla su questa terra.

Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio