Lc 1,26-38

La pace della volontà di Dio

La pace della volontà di Dio

Venerdì, feria propria del 20 dicembre
Is 7, 10-14              Sal 23             Lc 1, 26-38

Gesù, è il segno dell’Amore del Padre che si concretizza nel grembo di Maria. Maria sostituisce il Santuario, e da lì in poi l’Altissimo dimorerà in mezzo a noi. Maria, donna piena della Grazia di Dio, si ferma davanti alla visita dell’angelo che le annuncia la divina maternità ed entra in dialogo con lui. Poi ascolta, decide e agisce perché possa concretizzarsi, essere portata a compimento la missione affidatale.
Maria ascolta un fatto e il suo significato in maniera profonda: “Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio”. Dopo aver ascoltato, decide e si rende disponibile; obbedisce alla verità, risponde alla chiamata, esprime ciò che ha capito: “Ecco la serva del Signore”. Infine, deciderà di agire, di recarsi dalla cugina; non si fermerà davanti alla fatica del viaggio, non si lascerà vincere dai rimandi, dai ritardi che appesantiscono la vita! Allora sì, quando l’annuncio è compiuto, l’angelo potrà lasciare Maria nella pace della volontà di Dio.

Signore Gesù, donaci di saperci fermare davanti alla tua visita, perché si compia la tua volontà per noi.

Dalle Laude e Preghiere [FF259]
Ave, Signora, santa regina, santa Madre di Dio, Maria che sei vergine fatta Chiesa, ed eletta dal santissimo Padre celeste, che ti ha consacrata insieme col santissimo suo Figlio diletto e con lo Spirito Santo Paraclito; tu in cui fu ed è ogni pienezza di grazia e ogni bene.
Ave, suo palazzo, ave, suo tabernacolo, ave, sua casa.
Ave, suo vestimento, ave, sua ancella, ave, sua Madre.

Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio