Venerdì 1 novembre 2019, TUTTI I SANTI

Venerdì 1 novembre 2019, TUTTI I SANTI

Dal Vangelo

Matteo 5,1-12a
In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Beati i miti, perché avranno in eredità la terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Beati i perseguitati per la giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».

Dalle Fonti

Leggenda di Santa Chiara 43: FF 3244-3245
Il letto della madre è circondato dalle figlie che stanno per diventare presto orfane: e la loro anima è trapassata da una spada di acerbo dolore (cfr Lc 2,35). Non le ritrae il sonno, non le smuove di lì la fame: ma, dimentiche dei giacigli e della mensa, solo di piangere notte e giorno sembrano contente. Tra di loro la devota vergine Agnese, inebriata di salse lacrime, scongiura la sorella di non andarsene abbandonandola. E a lei Chiara risponde: “Piace a Dio, sorella carissima, che io parta; ma tu smetti di piangere, perché presto verrai al Signore dietro a me; e, prima che io mi separi da te, ti verrà concessa dal Signore una grande consolazione”.

Alla vita

La Chiesa oggi si rallegra ed esulta per la grande ricompensa che tanti suoi figli stanno godendo nei cieli. Sono coloro che la Parola chiama “beati”, coloro che hanno vissuto in pienezza la loro quotidianità a volte tanto semplice da apparire banale agli occhi del mondo, ma non a quelli di Dio. Sono quelli che Papa Francesco chiama “i santi della porta accanto”. Quelli che, come santa Chiara, sono capaci di dire nella e con la loro vita “piace a Dio”. Piacciono a Dio la mitezza, la misericordia, il desiderio di bene e di giustizia. Piacciono a Dio non tanto le situazioni di fatica e di sofferenza quanto il modo docile di starci dentro, la capacità di vederci attraverso e di scoprire in ogni realtà delle tracce della presenza del divino. Potremmo chiamarla anche purezza di cuore. Piace a Dio che l’uomo sia capace di dare un senso di bene a ogni avvenimento, anche alla morte di un persona cara: è sicuramente un distacco doloroso, ma dà consolazione pensarla viva nella pienezza dell’abbraccio del Padre. Beati allora non sono solo coloro che, come s. Chiara, ci hanno preceduto nel regno, ma anche tutti quelli che riescono a vedere e rendere presente il regno già qui e ora.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Momenti Francescani
ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nella Parole E’ la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un brano delle Fonti Francescane e ad una breve attualizzazione. Perché la scelta di questo format editoriale? Il Vangelo non per particolari motivazioni liturgiche, ma per seguire una pagina del “Breviario/evangeliario” di San Francesco in cui Frate Leone annotava come il santo avesse una particolare predilezione per questa lettura quotidiana. E le Fonti? Grande tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi rappresentano un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di S. Francesco, oltre che della vita delle prime comunità francescane. Per l’uomo contemporaneo rappresentano ancora una finestra che permetta un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Viene anche proposta un’attualizzazione per ogni giorno, concepita come cuneo capace di scardinare le posizioni del cuore dell’uomo odierno a volte indurito e “zoppicante.” L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Momenti Francescani è edita dalla Cooperativa sociale francescana di multiservizi Fratelli è possibile – F. è P. è nata nel 2006 dall’ispirazione di tutta la Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare di Cesena come emanazione sociale legata alla propria intrinseca vocazione.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio