La forza della Fede

Lunedì XXXII Settimana del Tempo Ordinario
Sap 1,1-7 Sal 138 Lc 17,1-6
San Martino di Tours, memoria

È inevitabile che avvengano scandali, così come è inevitabile che un fratello commetta colpe contro di noi. Eppure le parole di Gesù verso chi commette scandali sono davvero durissime, e il suo comando di perdonare fino a sette volte al giorno un fratello che commette sempre la stessa colpa contro di noi sembra davvero impossibile per noi. E davvero lo è! Ecco che allora comprendiamo la richiesta dei discepoli “Accresci in noi la fede!”. La fede, anche quando è poca, ci fa essere in comunione con Dio e ci fa partecipare della sua onnipotenza. Nulla è impossibile a Dio, e tutto diventa possibile per chi crede! Credendo piano piano smettiamo di confidare in noi stessi e ci affidiamo al Signore, lasciando che Lui agisca nella nostra vita, e ci trasformi con il suo amore onnipotente, rendendoci a nostra volta capaci di amare.

Signore, non sappiamo perdonare, accresci in noi la nostra fede!

Dalla Lettera a un ministro [FF 235]
In questo voglio conoscere se tu ami il Signore e ami me servo suo e tuo, se farai questo, e cioè: che non ci sia mai alcun frate al mondo, che abbia peccato quanto poteva peccare, il quale, dopo aver visto i tuoi occhi, se ne torni via senza il tuo perdono misericordioso, se egli lo chiede; e se non chiedesse misericordia, chiedi tu a lui se vuole misericordia. E se, in seguito, mille volte peccasse davanti ai tuoi occhi, amalo più di me per questo: che tu possa attirarlo al Signore; e abbi sempre misericordia di tali fratelli.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio