Venerdì 4 ottobre 2019, SAN FRANCESCO D’ASSISI

Venerdì 4 ottobre 2019, SAN FRANCESCO D’ASSISI

Dal Vangelo

Matteo 11,25-30
In quel tempo Gesù disse: «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo. Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».

Dalle Fonti

2 Celano, 223: FF 819
Ricordati, o Padre, di tutti i tuoi figli. Tu, o santissimo, conosci perfettamente come, angustiati da gravi pericoli, solo da lontano seguono le tue orme. Dà loro forza per resistere, purificali perché risplendano, rendili fecondi perché portino frutto. Ottieni che sia effuso su di loro lo spirito di grazia e di preghiera, perché abbiano la vera umiltà che tu hai avuto, osservino la povertà che tu hai seguito, meritino quella carità con cui tu hai sempre amato Cristo crocifisso. Egli vive e regna col Padre e lo Spirito Santo nei secoli dei secoli. Amen.

Alla vita

È un momento delicato per la missione di Gesù che comincia a sperimentare rifiuto e incomprensione. Giovanni Battista ha mandato a chiedergli se è Lui il Messia oppure no, mentre le città dove ha compiuto più miracoli non si sono convertite. E Gesù loda il Padre! Per che cosa? C’è una sapienza che rimane nascosta agli intelligenti di questo mondo: è il mistero della vita di Dio che Lui è venuto a donarci. Gesù è il primo dei piccoli. Non ha nulla di proprio, ad ogni istante riceve tutto se stesso dal Padre e a Lui si dona: questa relazione d’amore è la Sua gioia. È sempre povero e piccolo, totalmente vuoto di sé ed è ricchissimo perché il Padre gli dona tutto se stesso. Istintivamente nessuno vorrebbe essere povero, piccolo, dipendente (tutti i bambini sognano di diventare grandi!). Ma dipendere dal Padre, che è nei cieli, è gioia infinita, ci dice oggi Gesù e questa è la vita che abbiamo ricevuto nel Battesimo. Possiamo vedere questo mistero anche nella vita di San Francesco. Qualcuno ha detto che è sbagliato chiamarlo “il Poverello”, perché in Cristo crocifisso Francesco trovò l’unica vera ricchezza: certo che il resto non gli importava più! Povero agli occhi del mondo, anche lui nel Figlio poteva gioire perché tutto gli era stato dato. Ci affidiamo oggi alla sua intercessione perché, come lui, seguendo le orme di Cristo, possiamo accogliere l’amore infinito del Padre.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Momenti Francescani
ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nella Parole E’ la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un brano delle Fonti Francescane e ad una breve attualizzazione. Perché la scelta di questo format editoriale? Il Vangelo non per particolari motivazioni liturgiche, ma per seguire una pagina del “Breviario/evangeliario” di San Francesco in cui Frate Leone annotava come il santo avesse una particolare predilezione per questa lettura quotidiana. E le Fonti? Grande tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi rappresentano un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di S. Francesco, oltre che della vita delle prime comunità francescane. Per l’uomo contemporaneo rappresentano ancora una finestra che permetta un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Viene anche proposta un’attualizzazione per ogni giorno, concepita come cuneo capace di scardinare le posizioni del cuore dell’uomo odierno a volte indurito e “zoppicante.” L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Momenti Francescani è edita dalla Cooperativa sociale francescana di multiservizi Fratelli è possibile – F. è P. è nata nel 2006 dall’ispirazione di tutta la Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare di Cesena come emanazione sociale legata alla propria intrinseca vocazione.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio