Priorità

Priorità

Martedì della XXVII Settimana del Tempo ordinario
Gio 3,1-10   Sal 129   Lc 10,38-42

Nella vita del credente che riconosce e cerca il Signore, possono giungere delle preoccupazioni e distrazioni che non permettono l’ascolto attento della Parola di Dio, la presenza totalmente dedicata al Signore. È un’esperienza che ogni credente, onesto con sé stesso, conosce bene, pur essendo sinceramente impegnato per il vangelo. È quanto è avvenuto per Marta, che conosce e vuole bene al Signore. È di Marta la bella confessione di fede: Sì, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene nel mondo (Gv 11,27).  Nell’episodio del Vangelo di oggi, si sente in confidenza con il Signore al punto da suggerirgli anche cosa dire a sua sorella… sembra che abbia perso la priorità, la calma che permette l’ordine e l’amore. È bello vedere cosa fa il Signore quando ci capita questo. Chiama ancora per nome, riprende con dolcezza: Marta Marta… per riportare in lei questa calma e ricordare il primato dell’amore di Gesù.

Sii benedetto Signore per la pazienza del tuo amore.

Dalle Ammonizioni[FF 178]
Beato il servo che accumula nel tesoro del cielo i beni che il Signore gli mostra e non brama di manifestarli agli uomini con la speranza di averne compenso, poiché lo stesso Altissimo manifesterà le sue opere a chiunque gli piacerà. Beato il servo che conserva nel suo cuore i segreti del Signore.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio