Amore

Amore

Martedì della XXVI Settimana del Tempo ordinario
Zac 8,20-23   Sal 86   Lc 9,51-56
Santa Teresa di Gesù Bambino

Il Vangelo oggi ci dona di fare memoria della decisione di Gesù Cristo di amarci fino a dare la sua vita per noi, fin dove a noi suona impossibile. Gesù ha preso la ferma decisione di andare a Gerusalemme. Cioè ha preso la ferma decisione di consegnarsi totalmente all’amore del Padre, obbedendogli fino alla croce. In tutto questo l’accento è sull’amore, sulla determinazione ostinata di donare tutta la misericordia a noi, figli di Dio e sua gloria. È bello l’inciso del vangelo che colloca temporalmente la decisione di Gesù: mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto. Quando la fede richiede un di più di volontà, quando spinge a indurire il volto e accogliere qualche dolore, ricordiamoci che, con la grazia di Dio, si sta compiendo già ora la vita eterna e il cammino verso il compimento che avverrà: immergerci totalmente nell’amore del Padre e nella sua gioia.

“Fiducia e Amore” come due fari hanno illuminato il cammino di santità di santa Teresa di Gesù Bambino: chiediamo la sua intercessione perché, con fermezza umile, possiamo compiere e accompagnare altri in questa piccola via.

Dalla Legenda Maggiore [FF 1035]
Mentre, un giorno, pregava, così isolato dal mondo, ed era tutto assorto in Dio, nell’eccesso del suo fervore, gli apparve Cristo Gesù, come uno confitto in croce, Al vederlo, si sentì sciogliere l’anima. Il ricordo della passione di Cristo si impresse così vivamente nelle più intime viscere del suo cuore, che, da quel momento, quando gli veniva alla mente la crocifissione di Cristo, a stento poteva trattenersi, anche esteriormente, dalle lacrime e dai sospiri.

 

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio