Stendi la tua mano

Stendi la tua mano

Mercoledì XIII Settimana del Tempo Ordinario
Ef 2,19-22    Sal 116   Gv 20,24-29
San Tommaso apostolo, Festa

Quando venne Gesù… Tommaso era fuori, lontano dalla comunità, forse nella solitudine della disperazione e del dubbio. «Se non vedo…non crederò». La morte di Gesù aveva inghiottito tutte le sue speranze e spento la fede. Eppure Tommaso amava Gesù di un amore profondo e coraggioso. «Andiamo anche noi a morire con lui!» aveva detto un giorno, mentre Gesù parlava della morte (Gv 11,16). I segni della Risurrezione ci vengono incontro nella Parola, nel Pane e nella comunità. Questi sono i luoghi privilegiati in cui il Signore Gesù si manifesta a noi, si lascia toccare. Sono il nutrimento che rende la nostra fede adulta e forte. Otto giorni dopo Tommaso ha il coraggio di rientrare in casa, di sedersi alla mensa dei fratelli, che è la Chiesa. Ecco che il Signore Risorto gli viene incontro, parla ai suoi sensi: metti il dito…guarda, stendi la mano… Ma parla anche alla sua memoria, alla mente, al cuore. E la fede si riaccende: «Mio Signore e mio Dio!»

Signore Gesù, quando la mia fede si attenua, fa che io sappia sempre ritornare alla mensa del tuo Pane e della tua Parola per riprendere il cammino con nuovo vigore, insieme ai fratelli.

Dalle Ammonizioni [FF165]
Beati i puri di cuore, poiché essi vedranno Dio. Veramente puri di cuore sono coloro che disdegnano le cose terrene e cercano le cose celesti, e non cessano mai di adorare e vedere il Signore Dio, vivo e vero, con cuore e animo puro.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio