Amore ad ogni costo e fino all’ultimo

Amore ad ogni costo e fino all’ultimo

Mercoledì III Settimana di Pasqua
At 8,1-8   Sal 65   Gv 6,35-40

Nel suo piano di amore, il Padre vuole che tutti ci scopriamo figli infinitamente amati. Ce lo dice attraverso il suo Figlio Gesù, l’Amato. Il Padre gli affida questa missione perché neanche uno di noi si perda. Manda il Figlio ad attirare tutti a sé, giusti e ingiusti, amici e nemici, fino all’ultimo. Gesù viene nel mondo con questo desiderio, persegue con determinazione il suo mandato. Ad ogni costo vuole che abbiamo la vita, quella vera. E dice: “chi crede, lo risusciterò nell’ultimo giorno”. Ma qual è questo ultimo giorno? Forse pensiamo alla fine dei tempi. Ma in realtà, soprattutto nel linguaggio giovanneo, l’ultimo giorno si riferisce all’ora della croce: l’ultimo e più grande gesto d’amore del Signore Gesù per noi, ad ogni costo e fino alla fine. È qui che passa e si realizza pienamente la missione del Figlio di Dio. Ora tutto è compiuto (cfr 19,30).

Signore, tu che hai detto “quando sarò elevato da terra attirerò tutti a me” (12,32), ti prego perché il tuo amore crocifisso, umile e totale, mi attragga a te e coinvolga sempre più la mia vita. 

Dalla Vita Seconda di Tommaso da Celano [FF 758]
La forza dell’amore aveva reso Francesco fratello di tutte le altre creature; non è quindi meraviglia se la carità di Cristo lo rendeva ancora più fratello di quanti sono insigniti della immagine del Creatore. Diceva infatti che niente è più importante della salvezza delle anime, e lo provava molto spesso col fatto che l’Unigenito di Dio si è degnato di essere appeso alla croce per le anime.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio