Francesco l’ospite folle. Il Povero di Assisi e il Sultano. Damietta 1219

Francesco l’ospite folle. Il Povero di Assisi e il Sultano. Damietta 1219

Un guizzo di pazzia attraversa la vita di Francesco di Assisi. La sua pazzia inquieta i contemporanei e anche noi. Inquietante è soprattutto il suo desiderio di oltrepassare, disarmato, le linee crociate per chiedere ospitalità ad al-Malik, il saggio e cortese Sultano d’Egitto. Ma Francesco non ottiene la conversione di al-Malik, né la corona del martirio. Questo esito inconcludente disorienta i suoi biografi: c’è forse una perfezione differente dal martirio? Orientando l’analisi sul significato attribuito all’evento dai testimoni diretti e dagli interpreti delle epoche successive, è l’antropologia dell’ospite disposto a lasciarsi trasformare dall’accoglienza altrui che l’Autore intende verificare nell’esperienza di Damietta. Francesco non si reca in visita al Sultano per cambiare l’altro, ma per cambiare se stesso. È questa, dunque, la novità dell’evento di Damietta? È questa la novità di questo “pazzo per Dio”?

Giuseppe Buffon, Francesco l’ospite folle. Il Povero di Assisi e il Sultano. Damietta 1219 (Clessidre), Terra Santa, Milano 2019, pp. 144, € 14,00

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Scaffale Francescano
ARTICOLO DI: Scaffale Francescano

“Uno scaffale virtuale dedicato alle pubblicazioni francescane, per essere informati. E per cedere alla tentazione di leggere...”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio