Domenica 10 febbraio 2019, V DEL TEMPO ORDINARIO

Domenica 10 febbraio 2019, V DEL TEMPO ORDINARIO

Dal Vangelo

Luca 5, 1-11
In quel tempo, mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle dalla barca. Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca». Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell’altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare. Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto; così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini». E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

Dalle Fonti

Leggenda dei tre compagni 22: FF 1422
Quel buon prete guardava con simpatia Francesco appassionarsi al lavoro più che le sue forze non consentissero; e commosso, malgrado la propria indigenza, procurava di preparargli un vitto un po’ speciale, sapendo che a casa sua era vissuto nell’agiatezza. Invero, come l’uomo di Dio ebbe a confidare in seguito, nemmeno toccava i cibi che non gli andavano e spesso prendeva elettuari e confetture.

Alla vita

“Sulla tua Parola”: il discepolo fonda tutta la sua vita sulla potenza della Parola che lo chiama, che lo innamora e lo seduce. La Parola di Gesù ha tutta la potenza del “dabar” della Genesi, è una parola che opera quello che dice, che realizza ciò che promette, che porta a compimento l’opera che inizia nella vita del chiamato. Se il discepolo non oppone ostacoli con i suoi tentennamenti, con le sue paure, con le sue debolezze, con i suoi peccati, la Parola lo porta al largo, gli fa sperimentare un’abbondanza che straborda ogni umana previsione. Ma la potenza della Parola va ben oltre; ogni possibile ostacolo posto al suo percorso dal nostro limite, perfino dal nostro peccato, viene come utilizzato dalla Parola stessa per dispiegare e manifestare tutta la Sua potenza. Paolo si sentirà dire: “nella tua debolezza si manifesta pienamente la mia forza”. Tutto viene assunto e trasformato, tutto viene utilizzato, tutto, direbbe sempre Paolo, concorre al bene di chi è stato chiamato. “Sulla tua Parola”….diviene per il discepolo come una preghiera del cuore, un mantra sorgente di pace.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Momenti Francescani
ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nella Parole E’ la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un brano delle Fonti Francescane e ad una breve attualizzazione. Perché la scelta di questo format editoriale? Il Vangelo non per particolari motivazioni liturgiche, ma per seguire una pagina del “Breviario/evangeliario” di San Francesco in cui Frate Leone annotava come il santo avesse una particolare predilezione per questa lettura quotidiana. E le Fonti? Grande tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi rappresentano un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di S. Francesco, oltre che della vita delle prime comunità francescane. Per l’uomo contemporaneo rappresentano ancora una finestra che permetta un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Viene anche proposta un’attualizzazione per ogni giorno, concepita come cuneo capace di scardinare le posizioni del cuore dell’uomo odierno a volte indurito e “zoppicante.” L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Momenti Francescani è edita dalla Cooperativa sociale francescana di multiservizi Fratelli è possibile – F. è P. è nata nel 2006 dall’ispirazione di tutta la Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare di Cesena come emanazione sociale legata alla propria intrinseca vocazione.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio