Il nome al di sopra di ogni altro nome

Il nome al di sopra di ogni altro nome

Mercoledì 26 dicembre, Ottava di Natale
At 6,8-10.12;7,54-60       Sal 30    Mt 10,17-22
Santo Stefano primo martire, festa

Oggi nel Salmo ascolteremo questo versetto: “Mia rupe e mia fortezza tu sei, per il tuo nome guidami e conducimi”. Una ferma certezza insieme alla richiesta di un dono.Stefano sembra vivere pienamente questa certezza e ottenere questo dono. Quel nome realmente condurrà, guiderà, darà senso e pienezza a tutta la sua vita. Stefano, primo martire del Signore, vivrà fino in fondo la Parola del suo Maestro. Gesù infatti preannuncia ai suoi discepoli che saranno consegnati,condotti al sinedrio, trascinati fuori dalla città, messi a morte. È proprio lo stesso cammino della Passione che Gesù vivrà per amore nostro, per sconfiggere per sempre la morte e donarci la vita. Il nome di Gesù è causa di morte ed è causa di vita. Lo stesso nome conduce anche noi a perdere la vita e a ritrovarla nell’amore, nella pienezza e per l’eternità. Un’eternità che comincia già qui ed ora!

Donaci Signore di custodire ogni giorno la nostra relazione con Te.Allora la nostra fede sarà stabile e forte come una rupe, e la nostra gioia sarà piena.

Dalle preghiere di San Francesco [FF 277]
Rapisca, ti prego, o Signore,l’ardente e dolce forza del tuo amore la mente mia da tutte le cose che sono sotto il cielo, perché io muoia per amore dell’amor tuo, come tu ti sei degnato morire per amore dell’amor mio.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio