Domenica 25 novembre 2018, N. S. GESÙ CRISTO – RE DELL’UNIVERSO

Domenica 25 novembre 2018, N. S. GESÙ CRISTO – RE DELL’UNIVERSO

Dal Vangelo

Giovanni 18,33b-37
In quel tempo, Pilato disse a Gesù: «Sei tu il re dei Giudei? ». Gesù rispose: «Dici questo da te, oppure altri ti hanno parlato di me?». Pilato disse: «Sono forse io Giudeo? La tua gente e i capi dei sacerdoti ti hanno consegnato a me. Che cosa hai fatto?». Rispose Gesù: «Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non è di quaggiù». Allora Pilato gli disse: «Dunque tu sei re?». Rispose Gesù: «Tu lo dici: io sono re. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per dare testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce».

Dalle Fonti

Anonimo Perugino 19: FF 1509
C’era chi li stava a udire con simpatia e gioia, c’era al contrario chi li prendeva in giro. Molti li tempestavano di domande, ed era una fatica pararsi da tutti quegli interrogatori. Quando ci sono delle novità, naturalmente sorgono delle curiosità. Dicevano: «Di dove siete?». Oppure: «A che ordine appartenete?». Loro con semplicità rispondevano: «Siamo dei penitenti e veniamo dalla città di Assisi». La Religione dei frati, infatti, non era ancora denominata Ordine.

Alla vita

Le domande rappresentano l’apertura possibile per un incontro. Pilato pone solo domande a Gesù. Ha davanti a sé una figura strana e diversa. Gli aveva no consegnato un uomo perché fosse da lui giudicato, obbligandolo ad occuparsi di Lui. Ma qualcosa di “strano” e inquietante percepiva in quell’impotente. Chi sei? Che hai fatto? Domande che si accavallano quasi fossero una richiesta di aiuto. Ma poi le risposte di Gesù crearono in Pilato una lacerazione che sconvolse la sua vita: da una parte il desiderio di schierarsi dalla parte di Gesù, dall’altra l’impotenza di essere coerente con questi sentimenti per paura di perdere il suo potere. Anche alla gente che incontrava i frati di Francesco successe qualcosa del genere. Le tante domande poste ad essi nascevano da una specie di doppio sentimento che lacerava il giudizio su di essi. Chi desiderava con gioia conoscere e capire meglio la loro identità, intuendo in quella loro impotenza e semplicità una verità grande e seducente. Chi, invece, forse impaurito dalla novità evangelica, si difendeva dal rischio di perdere la propria tranquillità mettendo in atto un atteggiamento beffardo e di disprezzo. Quegli uomini poveri e semplici, che si sarebbero chiamati frati minori, non lasciavano indifferenti e assomigliavano in fondo a quell’uomo debole e impotente nelle mani di Pilato che nella sua consegna per amore mostrava tutta la sua forza.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Momenti Francescani
ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nella Parole E’ la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un brano delle Fonti Francescane e ad una breve attualizzazione. Perché la scelta di questo format editoriale? Il Vangelo non per particolari motivazioni liturgiche, ma per seguire una pagina del “Breviario/evangeliario” di San Francesco in cui Frate Leone annotava come il santo avesse una particolare predilezione per questa lettura quotidiana. E le Fonti? Grande tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi rappresentano un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di S. Francesco, oltre che della vita delle prime comunità francescane. Per l’uomo contemporaneo rappresentano ancora una finestra che permetta un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Viene anche proposta un’attualizzazione per ogni giorno, concepita come cuneo capace di scardinare le posizioni del cuore dell’uomo odierno a volte indurito e “zoppicante.” L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Momenti Francescani è edita dalla Cooperativa sociale francescana di multiservizi Fratelli è possibile – F. è P. è nata nel 2006 dall’ispirazione di tutta la Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare di Cesena come emanazione sociale legata alla propria intrinseca vocazione.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio