Amico, prestami tre pani!

Giovedì XXVII Settimana del Tempo Ordinario
Gal 3,1-5   Lc 1,68-75    Lc 11,5-13

In questa parabola si parla di un amico a cui rivolgersi per poter aiutare un altro amico. C’è un pane che passa di mano in mano, c’è un aiuto da dare perché qualcuno sia accolto con cura e amore, e possa ricevere il nutrimento necessario. Ma il primo amico non cede subito alla richiesta, anzi è scomodato proprio nel cuore della notte. Si arrende solo dietro l’insistenza del compagno.
Dalla parabola impariamo che il solo pane con cui posso accogliere e nutrire i fratelli, è lo stesso pane che chiedo e ricevo io dalla paziente bontà di un altro. È il pane che il Padre mi dà: lo accolgo come dono, perché so che nutre la mia stessa vita. Posso vivere con amore le relazioni fraterne solo se ogni giorno io, per primo, chiedo, accolgo, ricevo questo nutrimento che mi fa vivere.
L’uomo, che è già a letto con i suoi bambini, inizialmente è contrariato dalla richiesta e dall’insistenza. Il Signore invece sembra dire: “insistete, chiedete, infastiditemi, perché solo così il desiderio del pane vero e l’amore per me potranno crescere dentro di voi”.

Signore, dacci sempre il pane quotidiano della tua misericordia.

Dalle Ammonizioni [FF 177]
…Dov’è il timore del Signore a custodire la sua casa, ivi il nemico non può trovare via d’entrata. Dov’è misericordia e discrezione, ivi non è superfluità né durezza.

 

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio