Sovrabbondante ricchezza

Mercoledì XXV Settimana del Tempo Ordinario
Pr 30,5-9   Sal 118    Lc 9,1-6

Gesù convoca i Dodici e dona loro forza e potere per vincere il male della paura e dell’egoismo. Invia loro a guarire i fratelli e, con cuore libero e generoso, annunciare il regno di Dio. Il Signore Gesù chiede anche a noi di andare a portare il suo amore e la sua forza nel mondo, fidandoci veramente del Padre. Ci chiede di non preoccuparci troppo di noi stessi, di non portare con noi scorte di sicurezza, beni di previdenza. In questo viaggio, infatti, Lui vuol essere la nostra unica sicurezza, la nostra certa Provvidenza. Ci promette che sarà Lui il nostro cibo, la nostra bevanda, il nostro vestito, la nostra casa, il nostro tutto. E il Signore Gesù mantiene le sue promesse! “Non preoccupatevi per la vostra vita, di quello che mangerete o berrete, né per il vostro corpo, di quello che indosserete. (…) Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno” (Mt 6, 25 ss). Il Padre sapeva che ne avevamo bisogno, e ci ha donato il suo Figlio unigenito, il Verbo fatto carne che ha dato tutto sé stesso, perché noi avessimo la vita in Lui.

Padre buono, nella tua luce concedici di “riconoscere l’altissima vocazione di tuoi figli”, da Te eternamente amati, scelti e chiamati. 

 

Dalle Laudi e Preghiere [FF 261]

Tu sei il bene, ogni bene, il sommo bene, Signore Dio vivo e vero (…) Tu sei tutto, ricchezza nostra a sufficienza.

 

 

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio