Guai a noi!

Martedì XXI Settimana del Tempo Ordinario
2Ts 2,1-3a.13-17 Sal 95 Mt 23,23-26
Sant’Agostino, Memoria

La giustizia, la misericordia e la fedeltà sono le “prescrizioni più gravi della Legge”, che corrispondono ai desideri e bisogni più profondi del nostro cuore. I guai di Gesù sono un grido per richiamarci a guardare dentro i nostri cuori, per portare la luce della verità nella profondità di noi stessi.
Noi infatti siamo stati scelti per entrare in possesso della gloria di Dio! Guai a noi quando serviamo il Signore limitandoci a fare solo ciò che è facilmente alla nostra portata; guai a noi quando cerchiamo il Signore solo per adempiere ad una ritualità vuota; guai a noi quando affanniamo il cuore con vanità e apparenze, finendo per soffocare la voce dello Spirito che lì ci parla per creare cose nuove.
Il Signore Gesù ci ha amati e ci ha dato una consolazione eterna! Torniamo a fissare lo sguardo su di Lui, l’unico Maestro, l’unico modello da imitare per camminare nella verità.

La parola di Dio è viva, efficace: discerne i sentimenti e i pensieri del cuore

Dalla Regola non bollata [FF 48]
Quindi tutti noi guardiamoci da ogni superbia e vana gloria, e difendiamoci dalla sapienza di questo mondo e dalla prudenza della carne. Lo spirito della carne, infatti, vuole e si preoccupa molto di possedere parole, ma poco di attuarle, e cerca non la religiosità e la santità interiore dello spirito, ma vuole e desidera una religiosità e una santità che appaia fuori agli uomini.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio