Domenica 22 luglio 2018, XVIª TEMPO ORDINARIO

Domenica 22 luglio 2018, XVIª TEMPO ORDINARIO

Dal Vangelo

Marco 6,30-34
In quel tempo, gli apostoli si riunirono attorno a Gesù e gli riferirono tutto quello che avevano fatto e quello che avevano insegnato. Ed egli disse loro: «Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po’». Erano infatti molti quelli che andavano e venivano e non avevano neanche il tempo di mangiare. Allora andarono con la barca verso un luogo deserto, in disparte. Molti però li videro partire e capirono, e da tutte le città accorsero là a piedi e li precedettero. Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore, e si mise a insegnare loro molte cose.

Dalle Fonti

Celano 224: FF 820
Ricordati, o Padre, di tutti i tuoi figli. Tu, o santissimo, conosci perfettamente come, angustiati da gravi pericoli, solo da lontano seguono le tue orme. Dà loro forza per resistere, purificali perché risplendano, rendili fecondi perché portino frutto. Ottieni che sia effuso su di loro lo spirito di grazia e di preghiera (Cfr Zc 12,10), perché abbiano la vera umiltà che tu hai avuto, osservino la povertà che tu hai seguito, meritino quella carità con cui tu hai sempre amato Cristo crocifisso (1Cor 1,23). Egli vive e regna col Padre e lo Spirito Santo nei secoli dei secoli. Amen (Ap 5,14).

Alla vita

Nel brano di oggi ci sono due atteggiamenti di Gesù che sono strettamente imparentati tra loro. Il primo è nei confronti dei discepoli, i quali, ritornati dalla loro missione hanno desiderio di raccontare tutto quello che è loro successo, al loro maestro (mi ricordano il sottoscritto quando tornava dai campiscuola e desideravo raccontare tutto ai miei genitori). Gesù mostra il suo lato materno, si accorge che sono stanchi, che non riescono a mangiare in quella situazione e indica loro di andare in un luogo più appartato perché possano riposarsi e mangiare. Mi immagino questo Gesù che ascolta l’entusiasmo dei suoi amici, ne ha tenerezza, li ama e però sa prendersene cura, desidera andare incontro ai loro bisogni. Poi la scena va avanti e sappiamo dal racconto che la gente intuisce dove vogliono andare e li precede. Gesù di fronte a questa folla così bisognosa di parole, di conforto, di una direzione, di un senso da dare alle loro esistenze, prova compassione. Patisce con loro per il disorientamento delle loro esistenze. Quanti uomini e donne ancora oggi non sanno dove dirigere le loro vite, non sanno darsi una risposta al perché vale la pena vivere. Gesù oggi come allora è desideroso di corrispondere a questo bisogno d’infinito, vuole esserci pastore, vuole accudirci, vuole insegnarci molte cose che non sappiamo, cose che ci daranno una luce diversa con la quale illuminare noi stessi e la realtà.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Momenti Francescani
ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nella Parole E’ la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un brano delle Fonti Francescane e ad una breve attualizzazione. Perché la scelta di questo format editoriale? Il Vangelo non per particolari motivazioni liturgiche, ma per seguire una pagina del “Breviario/evangeliario” di San Francesco in cui Frate Leone annotava come il santo avesse una particolare predilezione per questa lettura quotidiana. E le Fonti? Grande tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi rappresentano un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di S. Francesco, oltre che della vita delle prime comunità francescane. Per l’uomo contemporaneo rappresentano ancora una finestra che permetta un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Viene anche proposta un’attualizzazione per ogni giorno, concepita come cuneo capace di scardinare le posizioni del cuore dell’uomo odierno a volte indurito e “zoppicante.” L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Momenti Francescani è edita dalla Cooperativa sociale francescana di multiservizi Fratelli è possibile – F. è P. è nata nel 2006 dall’ispirazione di tutta la Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare di Cesena come emanazione sociale legata alla propria intrinseca vocazione.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio