Amare… per credere!

Amare… per credere!

Giovedì IX Settimana Tempo Ordinario
2Tm 2,8-15    Sal24     Mc 12,28-34

Ascolta … quante volte ci è stato detto, fin da bambini! Eppure, questa è un’arte che ha bisogno di continuo esercizio, confronto e sollecitudine. Nel brano di oggi, Marco inserisce l’introduzione alla preghiera (Shemà Israel) perché il primo comandamento è ascoltare il Signore, l’unico Signore che ci libera! Ascoltare vuol dire entrare in relazione con qualcuno in concreto. Ascoltare è un’azione personale, è uscire da se stessi per far sì che chi si ascolta diventi il primo di tutti … Così è anche nella storia di relazione con Dio: non è una cosa vaga, ma è una persona che ci parla nella storia in modo concreto, con la Sua Parola, con Gesù. Possiamo capire l’Amore e imparare ad amare ascoltando e mettendo in pratica, perché la persona è fatta per amare Dio e il prossimo con tutta se stessa, mettendo in gioco le sue parti essenziali, cuore, mente, forza interiore. Il comandamento dell’amore deve divenire il comandamento della vita, che fa vivere noi e gli altri! Amare … per credere!

La Tua Parola Signore è vita!

Dalla Regola non bollata [FF 60]
Perciò, tutti noi frati, stiamo bene in guardia, perché, sotto pretesto di ricompensa, di opera da fare e di un aiuto, non ci avvenga di perdere o di distogliere la nostra mente e il cuore dal Signore. Ma, nella santa carità, che è Dio, prego tutti i frati, sia i ministri che gli altri, che, allontanato ogni impedimento e messa da parte ogni preoccupazione e ogni affanno, in qualunque modo meglio possono, si impegnino a servire, amare, adorare e onorare il Signore Iddio, con cuore puro e con mente pura, ciò che egli stesso domanda sopra tutte le cose.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio