Lo Spirito dona vita

Sabato III Settimana di Pasqua
At9,31-42   Sal 115  Gv 6,60-69

Seguire Gesù è un dono, una scelta, un impegno serio, coraggioso che ci chiama ogni giorno ad un ascolto della sua Parola, perché essa sia vita della nostra vita. Non sempre c’è questa disponibilità, perché la Parola richiede sacrificio, costa; per alcuni discepoli che ascoltavano Gesù, le sue parole sono troppo dure. Questi non riescono ad accogliere il dono della Parola, così decidono di andarsene, rinunciano ad avere la vera vita. Gesù dichiara che le sue parole sono spirito e vita e solo chi ha ricevuto il dono del Padre può accoglierle. Senza la luce dello Spirito, le sue parole non possono essere comprese. Gesù parla per rivelare il Padre, non importa quanti lo seguono: è molto bella la risposta di Pietro che riconosce in Lui la vera vita, Colui che è mandato dal Padre. Pietro crede anche senza comprendere bene tutto, ma si fida, nonostante i suoi limiti, vuole stare con Gesù! Comprende che Lui è il nutrimento della vita e che ci conduce alla vita piena. A noi la scelta di seguire Colui che ha parole di vita eterna, perché in Lui possiamo riscoprire ogni giorno la vera vita nello Spirito.

Donaci Signore di nutrirci di Te, pane di vita, perché a nostra volta possiamo nutrire i nostri fratelli nel tuo nome.

Dalle Lettere a un Ministro [FF 233]
Onnipotente, eterno, giusto e misericordioso Iddio, concedi a noi miseri di fare, per tuo amore, ciò che sappiamo che tu vuoi, e di volere sempre ciò che a te piace, affinché, interiormente purificati,interiormente illuminati e accesi dal fuoco dello Spirito Santo, possiamo seguire le orme del tuo Figlio diletto, il Signore nostro Gesù Cristo.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio