Fidarsi senza temere

Fidarsi senza temere

Sabato II Settimana di Pasqua
At 6,1-7   Sal 32      Gv 6,16-21

La paura fa parte della nostra vita. Noi non siamo i padroni di essa e non conosciamo bene come siamo fatti, vogliamo tenere tutto sotto controllo con la nostra conoscenza, con l’esperienza di vita che man mano ci rende capaci di risolvere alcune problematiche e così via. Ma quando si presenta una situazione difficile, che non possiamo risolvere, entriamo nel panico, perché noi non abbiamo la soluzione, siamo impotenti. Allora di chi fidarci? A chi affidarci? A chi ha in mano la nostra vita, a chi ci conosce più di noi stessi, a chi ci tiene per mano anche se non ce ne accorgiamo, a Gesù che si rende presente discretamente. Gesù è Colui che non delude le nostre attese, Lui è la nostra unica speranza, capace di farci superare qualsiasi paura, Gesù è presente e dove si fa posto a Lui si trova la pace!

Signore Gesù, donaci di saperci abbandonare nelle tue braccia.

Dalla Vita Prima di Tommaso da Celano [FF 367]
Ed essi, ricevendo con gaudio e letizia grande il precetto della santa obbedienza, si prostravano supplici davanti al beato padre Francesco, che abbracciandoli con tenerezza e devozione diceva ad ognuno: «Riponi la tua fiducia nel Signore ed Egli avrà cura di te». Era la frase che ripeteva ogni volta che mandava qualche frate a eseguire l’obbedienza.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio