Domenica 29 aprile 2018, Vª DI PASQUA

Domenica 29 aprile 2018, Vª DI PASQUA

Dal Vangelo

Giovanni 15,1-8
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Io sono la vite vera e il Padre mio è l’agricoltore. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo taglia, e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto. Voi siete già puri, a causa della parola che vi ho annunciato. Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in me. Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e secca; poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e vi sarà fatto. In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli».

Dalle Fonti

2 Celano 165: FF 750
Vuole pure che nell’orto un`aiuola sia riservata alle erbe odorose e che producono fiori, perché richiamino a chi li osserva il ricordo della soavità eterna. Raccoglie perfino dalla strada i piccoli vermi, perché non siano calpestati, e alle api vuole che si somministri del miele e ottimo vino, affinché non muoiano di inedia nel rigore dell’inverno. Chiama col nome di fratello tutti gli animali, quantunque in ogni specie prediliga quelli mansueti. Ma chi potrebbe esporre ogni cosa? Quella Bontà «fontale», che un giorno sarà tutto in tutti, a questo Santo appariva chiaramente fin d’allora come il tutto in tutte le cose (1Cor 12,6).

Alla vita

Una volta un amico ci raccontò che da ragazzo, adolescente, seguiva con passione il basket, come solo a quell’età si fa. La sua squadra del cuore acquistò il cartellino di un giocatore statunitense, creando grandi aspettative. Alla presentazione, l’allenatore spiegò che l’atleta era stato scelto perché aveva “ben impostati tutti i fondamentali” del gioco. Il nostro amico ci rimase male: come “i fondamentali”? Tutto qui? Solo a distanza di anni comprese che era quello il segreto per riuscire, nello sport e nella vita. Oggi, domenica del Signore, Gesù ci rivela il segreto per una vita buona. “Rimanete in me e io in voi”. La vita è una tempesta, un campo di battaglia, ma voi non stancatevi di tornare sempre a bussare nell’ospedale da campo che è la Chiesa. Stare con Lui (nella preghiera, nelle relazioni, nell’affidamento, nel lavoro, nello studio, in ogni campo) è il fondamentale che unifica tutte le sfaccettature dell’esistere. Vedi anche Francesco: non amava le “erbe odorose” o “i piccoli vermi” o “le api” per il gusto di farlo. Dobbiamo fare un passo indietro, andare alla “fonte” per capire. Il fondamentale di Francesco è Gesù. Saremo santi e felici se lo sarà anche per noi!

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Momenti Francescani
ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nella Parole E’ la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un brano delle Fonti Francescane e ad una breve attualizzazione. Perché la scelta di questo format editoriale? Il Vangelo non per particolari motivazioni liturgiche, ma per seguire una pagina del “Breviario/evangeliario” di San Francesco in cui Frate Leone annotava come il santo avesse una particolare predilezione per questa lettura quotidiana. E le Fonti? Grande tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi rappresentano un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di S. Francesco, oltre che della vita delle prime comunità francescane. Per l’uomo contemporaneo rappresentano ancora una finestra che permetta un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Viene anche proposta un’attualizzazione per ogni giorno, concepita come cuneo capace di scardinare le posizioni del cuore dell’uomo odierno a volte indurito e “zoppicante.” L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Momenti Francescani è edita dalla Cooperativa sociale francescana di multiservizi Fratelli è possibile – F. è P. è nata nel 2006 dall’ispirazione di tutta la Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare di Cesena come emanazione sociale legata alla propria intrinseca vocazione.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio