Un silenzio che parla

Un silenzio che parla

Giovedì Santo
Es 12, 1-8. 11-14    Sal 115    1 Cor 11, 23-26      Gv 13, 1-15

Gesù, durante la cena, si alzò, depose le vesti, prese un asciugamano, se lo cinse attorno alla vita, versò dell’acqua, cominciò a lavare i piedi, riprese le sue vesti, sedette di nuovo e “disse”. È bello fermarsi a guardare ogni gesto compiuto da Gesù in quest’ultima cena, ed è bello cogliere che, ad eccezione del dialogo aperto da Pietro, solo alla fine, dopo aver lavato i piedi a ciascuno dei suoi discepoli, Gesù parla.
In silenzio Gesù lava i piedi ai suoi discepoli, in silenzio ama i suoi fino alla fine. Un atteggiamento, quello del silenzio, che accompagna anche i momenti più duri della passione di Gesù, fino alla morte in croce. Un silenzio che anche allora, come nella lavanda dei piedi, più di tante parole insegna e indica la strada per amare fino alla fine.

Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avrete amore gli uni per gli altri

Dalle Preghiere di San Francesco [FF 277]
Rapisca, ti prego, o Signore,
l’ardente e dolce forza del tuo amore
la mente mia da tutte le cose che sono sotto il cielo,
perché io muoia per amore dell’amor tuo,
come tu ti sei degnato di morire
per amore dell’amor mio.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio