L’ascolto che rende felici

Giovedì III Settimana di Quaresima
Ger7,23-28    Sal 94    Lc11,14-23

Ascoltare, un verbo spesso ridondante nella Parola di Dio che ogni giorno accogliamo. Ma quale ascolto prestiamo veramente? Spesso lasciamo cadere le parole: “tu che detesti la disciplina e le mie parole te le getti alle spalle?”(Sl 50,17). Il vero credente è colui che si apre all’ascolto, accoglie la parola ed agisce di conseguenza, permettendo a Dio di abitare nel suo cuore. Il profeta Geremia oggi ci indica la strada: “ascoltate la mia voce, e io sarò il vostro Dio…perché siate felici” (Ger7,23).
Un ascolto attento della Parola ci conduce sulle strade di Dio, ci porta a capire giorno per giorno quello che dobbiamo fare per collaborare alla costruzione del regno, per essere segno della sua presenza. La costanza e la fedeltà al Signore ci porteranno alla pace interiore, che a nostra volta possiamo donare, per essere veramente felici.

Signore Gesù, insegnaci ad ascoltare la voce del Padre che parla al nostro cuore!

Dalle Lettere a tutto l’Ordine [FF 225]
Perciò ammonisco tutti i miei frati e li incoraggio in Cristo perché, dovunque troveranno le divine parole scritte, come possono, le venerino e per quanto spetta a loro, se non sono ben riposte o giacciono indecorosamente disperse in qualche luogo, le raccolgano e le ripongano, onorando nelle sue parole il Signore che le ha pronunciate.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio