Trasparenza di Lui

Trasparenza di Lui

Giovedì IV Settimana Tempo Ordinario
1Re 2,1-4.10-12      Cant 1Cr 29,10-12        Mc 6,7-13

“Gesù chiamò a sé i Dodici e prese a mandarli”  rivestiti solo della Sua autorità e forti della sua potenza. Il comando di non prendere nulla per il viaggio sottolinea quella spoliazione da sé, indispensabile per mostrare non se stessi ma Colui che invia. I discepoli, fidandosi solo di Gesù, annunciano così, non solo con le parole ma con tutto se stessi, che la cosa più importante per ogni uomo è accogliere il Regno dei Cieli e mettere le sue esigenze al primo posto.
Anche noi, fin dal nostro Battesimo, siamo chiamati a essere prolungamento della missione di Gesù: ciascuno, secondo i doni e la chiamata ricevuta, condivide la responsabilità e l’autorità di essere trasparenza di Lui, di vivere oggi nella quotidianità la Sua missione portando – prima nel modo di essere e poi nelle parole – un annuncio di salvezza e un gesto di cura.

Dalla Leggenda minore di San Bonaventura [FF 1383]
Quella meravigliosa dolcezza, mansuetudine e austerità di vita, quell’umiltà profonda, quell’obbedienza pronta, quella povertà esimia, quella castità illibata, quell’amara contrizione di cuore, quel profluvio di lacrime, quella pietà appassionata, quello zelo ardente, quel desiderio di martirio, quell’eccesso di carità; insomma, quel patrimonio così vario di virtù cristiformi, che altro mostra [in Francesco] se non un progressivo assimilarsi a Cristo e, per così dire, un predisporsi alle sue sacre stimmate?

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio