Questione di cuore

Mercoledì V Settimana Tempo Ordinario
1Re 10,1-10   Sal 36   Mc 7,14-23

“Sono le cose che escono dall’uomo a renderlo impuro”. La parola del Vangelo ci provoca oggi a fare verità nel nostro cuore e a riconoscere quali sentimenti lo abitano. Gesù infatti, con chiarezza ci insegna che ciò che ci rende impuri, ciò che ci allontana dal Signore, sono tutti quei sentimenti che nascono nel nostro cuore e che portano alla divisione: impurità, furti, omicidi, adulteri, avidità, malvagità, inganno, dissolutezza, invidia, calunnia, superbia, stoltezza. Tutto questo dobbiamo scacciare, rifiutare e tenere lontano come cosa impura. Ascoltiamo le parole di Gesù come un invito a fare verità, per poter riconoscere l’impurità che abita anche nel nostro cuore e poter scegliere nuovamente di accogliere Lui nel nostro cuore, lasciandoci purificare dalla sua parola e dalla sua presenza.

Donaci, o Signore, un cuore umile e desideroso di accogliere la Tua parola

Dalla Terza lettera di S. Chiara ad Agnese di Boemia [FF 2891-2892]
Chi non avrebbe in orrore le insidie del nemico dell’uomo, che attraverso il fasto di beni momentanei e glorie fallaci, tenta di ridurre a nulla ciò che è più grande del cielo?
Ecco, è ormai chiaro che per la grazia di Dio la più degna tra le creature, l’anima dell’uomo fedele, è più grande del cielo, poiché i cieli con tutte le altre creature non possono contenere il Creatore, mentre la sola anima fedele è sua dimora e sede, e ciò soltanto grazie alla carità di cui gli empi sono privi, come afferma la Verità stessa: «Chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e io lo amerò, e verremo a lui e faremo dimora presso di lui».

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio