Esultanti andiamo incontro a Gesù

Venerdì,  IV settimana Tempo Ordinario
Ml 3,1-4   Sal 23   Eb 2,14-18   Lc 2,22-40
Presentazione del Signore

Oggi è festa di Luce, festa dell’incontro con Gesù. Per riflettere sulla Presentazione del Signore e meditare la sua Parola possiamo soffermarci sulla preghiera del  prefazio: «Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno, il tuo unico Figlio, generato nei secoli eterni, presentato oggi al tempio, è proclamato dallo Spirito Santo gloria d’Israele e luce dei popoli. E noi esultanti andiamo incontro al Salvatore».  Gesù incontra il suo popolo, incontra ognuno di noi e la sua luce ci attira e ci orienta, sollecita numerosi altri incontri. Contempliamo gli incontri umanissimi che Maria e Giuseppe vivono. Ma Gesù che ci incontra spinge anche a riflettere su come avviene l’incontro tra l’eterno e l’oggi; tra i passi ordinari dell’andare incontro al Signore e gli abbracci gioiosi, tra l’esultanza e il prefigurarsi dell’incomprensione e il dolore. Vale a dire: l’esultanza del nostro andare incontro a Gesù avviene nella fedeltà ai doveri quotidiani, nell’umile disponibilità ad accogliere le “spade” della vita, nella preghiera perseverante, nel servizio e nella lode.

O Dio, compi in noi l’opera della tua misericordia e infondi nel nostro spirito lo splendore della tua santità.

Dalla quarta lettera di S. Chiara ad Agnese di Boemia [FF 2902]
E poiché questa visione di lui è splendore dell’eterna gloria, chiarore della luce perenne e specchio senza macchia ogni giorno porta l’anima tua, o regina, sposa di Gesù Cristo, in questo specchio e scruta in esso continuamente il tuo volto, perché tu possa così adornarti tutta all’interno e all’esterno, vestita e circondata di varietà, e sii parimenti adorna con i fiori e le vesti di tutte le virtù, come conviene a te, figlia e sposa carissima del sommo Re.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. http://www.comunitasorelle.org/”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio