La missione

Sabato II Settimana Tempo Ordinario
2Sam 1,1-4.11-12.17.19.23-27  Sal 79  Mc 3,20-21

Gesù è mandato dal Padre per portare la novità della vita, per far conoscere il Padre attraverso la sua persona, attraverso il suo essere ed operare. La gente vede in Lui una persona speciale, un profeta, non tutti capiscono la sua verità, ma molta gente lo cerca, lo segue. Questo accorrere a Lui ci parla della sete che c’è nel cuore dell’uomo, sete di verità, di senso, di pienezza, di guarigione. Gesù entra in una casa, una casa che rappresenta la nostra casa, il nostro cuore, dove Egli ci invita a stare con Lui. La missione di Gesù non è compresa da coloro che possiamo chiamare “parenti”, infatti vorrebbero distoglierlo dallo stare in mezzo alla gente. Gesù prosegue la sua missione annunciando che il regno di Dio sta proprio in mezzo a loro, oggi in mezzo a noi.

Signore Gesù, tu che sei venuto per mostrarci il volto del Padre, aiutaci a conoscerti sempre più.

 Dall’Anonimo perugino [FF 1510]

Molti, a vederli e sentirli, li reputavano degli impostori o dei fatui. Qualcuno poi aggiungeva: «Non voglio riceverli in casa, perché non abbiano a rubare le mie cose». Per questi sospetti, in parecchie località erano bersagliati da molte ingiurie. Per cui sostavano più spesso sotto i portici delle chiese o delle case […].

 

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio