via crucis francescana 6/7

via crucis francescana 6/7

Pubblichiamo in 7 uscite il testo della via crucis animata dalle comunità francescane conventuali della provincia di Padova il 7 aprile 2017 presso la Basilica del Santo a Padova.

SESTA STAZIONE – GESU’ MUORE IN CROCE
(Comunità dei Santuari Antoniani – Camposampiero)

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Dal Vangelo secondo Luca (23,44-48) – Era già verso mezzogiorno e si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio, perché il sole si era eclissato. Il velo del tempio si squarciò a metà. Gesù, gridando a gran voce, disse: «Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito». Detto questo, spirò. Visto ciò che era accaduto, il centurione dava gloria a Dio dicendo: «Veramente quest’uomo era giusto». Così pure tutta la folla che era venuta a vedere questo spettacolo, ripensando a quanto era accaduto, se
ne tornava battendosi il petto.

RIFLESSIONE – Il buio che copre tutta la terra richiama il potere di Satana, che impedisce al cuore degli uomini e anche al nostro cuore di amare il fratello, soprattutto colui che ci ha fatto del male. L’odio oscura il nostro rapporto con Dio. Ma alle tre del pomeriggio il potere delle tenebre viene vinto perché il velo del tempio si squarcia a metà. Gesù che muore affidandosi al Padre ci apre una via nuova di accesso al cielo. La morte di Gesù è stata un esodo e un’assunzione. TI Padre lo ha accolto. Anche noi come il centurione e come la gente che era accorsa per vedere questo spettacolo, possiamo ritornare in comunità e famiglia, battendoci il petto davanti al Crocifisso, ma anche aprendo ci al suo perdono e all’amore per i fratelli.

INVOCAZIONI
⦁ Signore, quando il nostro cuore è appesantito dalle tenebre del dolore, aiutaci ad alzare lo sguardo verso i tuoi occhi pieni di
misericordia. Kyrie, eleison.
⦁ Signore Gesù Cristo, Luce che squarcia il velo del dubbio e dell’ indifferenza, donaci “fede diricta, speranza certa, umiltà
profonda”, per camminare nella Tua volontà. Christe, eleison.
⦁ O Signore, che usandoci misericordia, vinci la durezza del nostro cuore, fa che ti sappiamo accogliere e ospitare nella nostra vita e in quella dei fratelli che cercano perdono e pace nel cuore. Kyrie, eleison.

Fac me vere tecum flere, / Crucifixo condolere, / donec ego vixero!
Juxta crucem tecum stare, / et me tibi sociare / in planctu desidero.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+1Email this to someone
Andrea Vaona
ARTICOLO DI: Andrea Vaona

“fr. Andrea Vaona - francescano conventuale, contento di essere frate. Nato sul limitare della laguna veneta, vive in città con il cuore in montagna, ma volentieri trascina il cuore a valle per il servizio ministeriale-pastorale e quello di insegnante di storia ecclesiastica in "Facoltà teologica del Triveneto" e nell’ "Istituto Teologico S.Antonio dottore" a Padova. Scrive (poco) e legge (molto). Quasi nativo-digitale, ha uno spazio web: frateandrea.blogspot.com per condividere qualche bit e idea.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio