via crucis francescana 5/7

via crucis francescana 5/7

Pubblichiamo in 7 uscite il testo della via crucis animata dalle comunità francescane conventuali della provincia di Padova il 7 aprile 2017 presso la Basilica del Santo a Padova.

QUINTA STAZIONE – GESU’ AFFIDA LA MADRE AL DISCEPOLO AMATO
(Comunità del Santo – Padova)

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Dal vangelo secondo Giovanni (19,25-27) – Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!». E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé.

RIFLESSIONE – «Donna, ecco tuo figlio!», Gesù rende Maria capace di una nuova maternità. Maria dovrà distogliere lo sguardo dal Gesù fisico, frutto del suo grembo, per saperlo vedere in ogni discepolo in cui lui si manifesta, e in ogni disperato in cui lui si nasconde. Giovanni accoglie Maria “con sé”, cioè come il suo nuovo modo di essere discepolo. Ora al discepolo amato, all’apostolo che naturalmente è portato a fare “il padre”, è chiesto di diventare anche “madre”: apostolo col cuore di madre! E così ogni altro “apostolo” o “missionario” deve diventare una “piccola Maria”, che intercede presso Gesù per l’umanità “che non ha vino”, e che affida al perdono del Padre quanti crocifiggono il Figlio e “non sanno quello che fanno”. “Misericordiosi come il Padre” … e la Madre!

INVOCAZIONI
Gesù, gli occhi di Maria, tua Madre, siano anche su di noi quando attraversiamo la valle di lacrime. Kyrie, eleison.
Gesù, le mamme chiamate a sopravvivere alla perdita di un figlio trovino la forza e la fede che furono in Maria. Chrìste, eleison.
Gesù, quando siamo messi alla prova dal dolore e dalla morte ci consoli e ci rassereni la certezza del tuo Amore e della nostra risurrezione. Kyrìe, eleison.

Sancta Mater, istud agas, / Crucifixifige plagas / cordi meo valide!
Tui nati vulnerati, / tam dignati pro me pati, / poenas mecum divide!

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Andrea Vaona
ARTICOLO DI: Andrea Vaona

“fr. Andrea Vaona - francescano conventuale, contento di essere frate. Nato sul limitare della laguna veneta, vive in città con il cuore in montagna, ma volentieri trascina il cuore a valle per il servizio ministeriale-pastorale e quello di insegnante di storia ecclesiastica in "Facoltà teologica del Triveneto" e nell’ "Istituto Teologico S.Antonio dottore" a Padova. Scrive (poco) e legge (molto). Quasi nativo-digitale, ha uno spazio web: frateandrea.blogspot.com per condividere qualche bit e idea.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio