Frate Francesco. Le fonti

Frate Francesco. Le fonti

«Fratelli, fratelli miei, Dio mi ha chiamato a camminare la via della semplicità e me l’ha mostrata. Non voglio quindi che mi nominiate altre Regole. Il Signore mi ha rivelato essere suo volere che io fossi un pazzo nel mondo: questa è la scienza alla quale Dio vuole che ci dedichiamo!»
«La santa obbedienza confonde tutte le volontà carnali e corporali e tiene il suo corpo mortificato, in obbedienza allo spirito e in obbedienza al proprio fratello»
Restituire alla storia di Francesco d’Assisi la sua assoluta attualità, liberarla dalle preoccupazioni dell’apologetica e dalle letture troppo accomodanti, tornare alla viva voce del Santo e di coloro che ne condivisero e ne raccontarono gli atti. Questo libro si offre come guida alla conoscenza di san Francesco, con un’attenzione particolare verso i lettori giovani e tutti coloro che intendono accostarsi alla sua figura andando oltre gli stereotipi che ne hanno stravolto o addomesticato il pensiero. I curatori propongono una selezione ragionata dei testi indicati tradizionalmente col nome di Fonti, che costituiscono la storiografia francescana delle origini. Nella prima parte del volume, accanto agli scritti di Francesco e alle testimonianze di Giacomo da Vitry, viene presentata integralmente la Leggenda dei Tre Compagni, considerata la più importante delle biografie «non ufficiali». Nella seconda parte, le parole di Francesco, dei suoi fratelli e dei primi testimoni della sua vita sono invece organizzate per temi: fraternità, libertà, corpo, amicizia, pace, povertà. Così articolate, la vita e l’opera di questo «pellegrino e forestiero» del suo tempo giungono a noi intatte, rivelandocelo come il più sorprendente dei nostri contemporanei.

Mario Bertin – Alessandro Ciamei (a cura), Frate Francesco. Le fonti, Castelvecchi, Roma 2017, pp. 192, € 15,00

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+1Email this to someone
Scaffale Francescano
ARTICOLO DI: Scaffale Francescano

“Uno scaffale virtuale dedicato alle pubblicazioni francescane, per essere informati. E per cedere alla tentazione di leggere...”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio