Ostinatamente… Laudato si’ per sora nostra madre Terra!

Ostinatamente… Laudato si’ per sora nostra madre Terra!

In questi giorni di sbigottimento ed impotenza di fronte ai cataclismi naturali, mentre in silenzio piangiamo i morti di Amatrice, Accumoli, Arquata e Pescara del Tronto e delle altre località tra Umbria, Lazio e Marche colpite dal terremoto; mentre vorremmo abbracciare fortemente tutti i sopravvissuti e sostenerli almeno con le nostre preghiere; ma anche mentre ci commuoviamo orgogliosamente nel vedere tante persone darsi da fare in mille modi; be’, c’è però un’ultima sfida che francescanamente ci resta. O, almeno, mi resta.Provare, stringendo i denti, senza pretendere che la faccenda sia del tutto razionale ma anche tenendo un po’ a bada le emozioni, provarci lo stesso, per me ma anche per tutti loro, provarci magari sottovoce, gli occhi che non osano alzarsi verso il cielo perché gravati da troppo dolore e da ancor più dubbi… provarci per agganciare ad un chiodo la nostra vita e la nostra fede affinché non precipitino ulteriormente verso il basso… provare non cantando, come facciamo di solito con le chitarre, ma sillabando lentamente: sì, in una vera sfida tra noi e il Padreterno…
«Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre Terra, la quale ne sustenta e governa, e produce diversi frutti con coloriti flori et herba!» (Cant: FF 263). Anche se talvolta e incomprensibilmente è piuttosto matrigna…

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Fabio Scarsato
ARTICOLO DI: Fabio Scarsato

“Fra Fabio Scarsato – Originario di Brescia, frate minore conventuale, è appassionato di san Francesco e francescanesimo, che declina come stile di vita personale e come testimonianza agli altri. È passato attraverso esperienze caritativo-sociali con minori e giovani in difficoltà, esperienze parrocchiali e santuariali nella trentina Val di Non (Sanzeno e S. Romedio), di insegnamento della spiritualità francescana, condivisione di esercizi spirituali e ritiri, grest e campiscuola anche intereligiosi, esperienze di eremo e silenzio. Attualmente vive al Villaggio S. Antonio di Noventa Padovana, ed è direttore editoriale del Messaggero di S. Antonio, del Messaggero dei ragazzi e delle Edizioni Messaggero Padova.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio