Domenica 20 marzo 2016, DELLE PALME

Domenica 20 marzo 2016, DELLE PALME

Dal Vangelo

Luca 22, 14-23,56
Quando venne l’ora, [Gesù] prese posto a tavola e gli apostoli con lui, e disse loro: «Ho tanto desiderato mangiare questa Pasqua con voi, prima della mia passione, perché io vi dico: non la mangerò più, finché essa non si compia nel regno di Dio…

Dalle Fonti

Ammonizioni XV: FF 164
Beati i pacifici, poiché saranno chiamati figli di Dio. Sono veri pacifici quelli che di tutte le cose che sopportano in questo mondo, per amore del Signore nostro Gesù Cristo, conservano la pace nell’anima e nel corpo.

Alla vita

Chi va in croce per amore è il vero pacifico. Chi non risponde con l’odio all’urto della violenza è l’autentico operatore di pace. Chi perdona l’uomo che alza la mano contro di lui, ha davvero il cuore stesso di Dio. “Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso”: così viene sbeffeggiato Gesù. Ma se Egli in quel momento fosse sceso dal patibolo, avrebbe confermato gli astanti circa l’immagine di Dio che già possedevano: un Dio potente, dominatore e vendicativo. Il dio delle religioni, che mette paura e soggioga. Insomma, la croce è il luogo della pace, della non-violenza, del perdono unilaterale, dell’abbraccio che non viene negato a nessuno, anche al carnefice. Ed è proprio uno dei carnefici, il centurione romano, il primo a dare gloria a Dio dicendo: “Veramente quest’uomo era giusto”.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+2Email this to someone
Momenti Francescani
ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nella Parole E’ la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo abbinata a un brano delle Fonti Francescane e ad una breve attualizzazione. Perché la scelta di questo format editoriale? Il Vangelo non per particolari motivazioni liturgiche, ma per seguire una pagina del “Breviario/evangeliario” di San Francesco in cui Frate Leone annotava come il santo avesse una particolare predilezione per questa lettura quotidiana. E le Fonti? Grande tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi rappresentano un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di S. Francesco, oltre che della vita delle prime comunità francescane. Per l’uomo contemporaneo rappresentano ancora una finestra che permetta un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Viene anche proposta un’attualizzazione per ogni giorno, concepita come cuneo capace di scardinare le posizioni del cuore dell’uomo odierno a volte indurito e “zoppicante.” L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Momenti Francescani è edita dalla Cooperativa sociale francescana di multiservizi Fratelli è possibile – F. è P. è nata nel 2006 dall’ispirazione di tutta la Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare di Cesena come emanazione sociale legata alla propria intrinseca vocazione.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio