Ascensione del Signore 2015 – Mc 16, 15.20

Ascensione del Signore 2015 – Mc 16, 15.20

Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura… Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che l’accompagnavano” (Mc 16, 15.20).

 

Questa volta la kartolina –foto che allego è davvero fatta in casa. Siamo nella basilica di s. Antonio qui a Padova: c’è la Parola di Dio che sarà proclamata e spiegata, accanto vi è il cero pasquale, segno di Gesù Risorto, nostra Luce, e sullo sfondo l’affresco con s. Antonio su di un albero di noce che indica a quanti sono accorsi a lui (il fatto avvenne a Camposampiero, sopra Padova) non la sua persona bensì il Vangelo. Se il nostro grande santo ha potuto annunciare Gesù con tanto vigore e successo, se il Vangelo è giunto sino a noi è perché un nucleo di poche persone, discepoli del Signore, ha obbedito a quell’ andate in tutto il mondo e proclamate il vangelo a ogni creatura. Un campo immenso, un orizzonte infinito che è consegnato anche a noi, -non solo ai sacerdoti, alle persone consacrate-, per far fiorire vita, suscitare gioia, confortare i cuori con la sua Parola.  E’ la nostra missione. Partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva con loro. Gesù Risorto è con me in ogni gesto di bontà, in ogni parola vera, in ogni slancio di accoglienza. Io e lui: insieme. Si fida di me il Signore Gesù per raggiungere l’altro (dappertutto!), con la buona notizia del suo amore che sana e sfama il mondo.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+1Email this to someone
Giovanni Voltan
ARTICOLO DI: Giovanni Voltan

“Ministro Provinciale della Provincia Italiana Sant'Antonio di Padova dei Frati Minori Conventuali (dall’aprile 2013). Prima di esserlo, formatore in vari conventi della Provincia. Licenziato in teologia e studi francescani, appassionato, nei tempi liberi, di cammino, di fotografia amatoriale, di seguire le sorti di Padova ed Inter.”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio