L’Ufficio della Passione

Un modo per meditare il Vnerdì Santo è leggere l’Ufficio della Passione del Signore, scritto da Francesco. Attraverso la sua personalissima ricombinazione di testi salmodici, Francesco ripercorre tutto il mistero redentivo di Cristo, dall’incarnazione al suo ritorno. Il tutto riportato all’iniziativa del Padre, invocato da Gesù-Francesco. L’Ufficio esprime l’immedesimazione di Francesco nel mistero che egli contempla e celebra. E’ il suo personalissimo trattato di Cristologia e, insieme, la testimonianza della sua esperienza mistica distillata nel fraseggio poetico dei salmi.

Leggendo il suo Ufficio siamo trascinati dentro il mistero di Cristo, travolti dal suo dinamismo per aprirci al progetto misterioso di amore offerto a tutti i figli di Dio.

I misteri di Cristo come feritoie attraveso cui intravvedere e gustare l’amore del Padre per il Figlio e tutti i suoi figli.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Paolo Floretta
ARTICOLO DI: Paolo Floretta

“Fra Paolo Floretta è francescano conventuale. Laureato in filosofia e psicologia, è specializzato in psicoterapia. Ha lavorato al Messaggero di sant’Antonio, seguendo per alcuni anni lo sviluppo del web e il suo uso in chiave pastorle. Ha insegnato presso la Facoltà Teologica del Triveneto e si occupa di formazione e accompagnamento psicoterapeutico. Sta concludendo la specializzazione in teologia spirituale. Con don Marco Sanavio ha pubblicato Webpastore.it (EMP 2010).”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio