Alla ricerca dell’ultima pecora (Mt 18, 12-14)

«Così il Padre vostro celeste non vuole che si perda neanche uno di questi piccoli». Dio non si rassegna. 99 pecore non fanno un gregge se manca l’ultima, che si è smarrita. Chissà dove.

Dio è in uscita: va in cerca. E il ritrovamento resta incerto: «Se gli riesce di trovarla…». Non è scontato che uscire aiuti a rintracciare la dispersa. L’uscita è sempre un rischio.

Ma se la trova l’allegria è totale. Molto più grande e intensa di quella derivante dalla sicurezza delle altre pecore rimaste in ovile, salve.

Come ti sentiresti se tu fossi l’ultima pecora di quel gregge?

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+1Email this to someone
Paolo Floretta
ARTICOLO DI: Paolo Floretta

“Fra Paolo Floretta è francescano conventuale. Laureato in filosofia e psicologia, è specializzato in psicoterapia. Ha lavorato al Messaggero di sant’Antonio, seguendo per alcuni anni lo sviluppo del web e il suo uso in chiave pastorle. Ha insegnato presso la Facoltà Teologica del Triveneto e si occupa di formazione e accompagnamento psicoterapeutico. Sta concludendo la specializzazione in teologia spirituale. Con don Marco Sanavio ha pubblicato Webpastore.it (EMP 2010).”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio