La famiglia di Gesù: una santità normale (Lc 2, 22-40)

La famiglia è la strada normale, santa e maestra che Gesù ha scelto per evolversi come uomo. Anche questo è un aspetto centrale dell’incarnazione. Ineludibile.

Come aiutare le sante famiglie del mondo?

La Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi ha pubblicato, lo scorso 9 dicembre, i Lineamenta per la seconda parte del Sinodo sulla famiglia che si terrà nel prossimo ottobre 2015. Il titolo evoca molto: La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo. Di fatto i lineamenta, con le loro domande di approfondimento, sono voluti come materiale per l’Instrumentum laboris della XIV Assemblea Generale Ordinaria del 2015. Molto importante è la serie di domande per conoscere la recezione del documento e per sollecitare l’approfondimento del lavoro iniziato nel corso dell’Assemblea Straordinaria dello scorso ottobre 2014. Siamo chiamati a vivere “un anno per maturare con vero discernimento spirituale, le idee proposte e trovare soluzioni concrete a tante difficoltà e innumerevoli sfide che le famiglie devono affrontare” (Papa Francesco, Discorso conclusivo, 18 ottobre 2014).

Il primo impegno è leggere questo documento per riappropriarci della ricchezza del tema e della grazia della famiglia che Gesù ha voluto assumere come via normale e santa anche per la propria crescita e formazione.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someone
Paolo Floretta
ARTICOLO DI: Paolo Floretta

“Fra Paolo Floretta è francescano conventuale. Laureato in filosofia e psicologia, è specializzato in psicoterapia. Ha lavorato al Messaggero di sant’Antonio, seguendo per alcuni anni lo sviluppo del web e il suo uso in chiave pastorle. Ha insegnato presso la Facoltà Teologica del Triveneto e si occupa di formazione e accompagnamento psicoterapeutico. Sta concludendo la specializzazione in teologia spirituale. Con don Marco Sanavio ha pubblicato Webpastore.it (EMP 2010).”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio