Anime Digitali

Anime Digitali

Foto © Bibbia Francescana

Pare una provocazione digital-filosofica. Invece è un modo di aprire questo nuovo blog di riflessioni bibliche, francescane, esistenziali. In questi post parleremo di noi, anime tutte incarnate e  immerse in questa storia, nella prospettiva evangelica suggerita e vissuta da Francesco d’Assisi.
La provocazione parte da un articolo di Gian Antonio Stella sul Corriere del 9 ottobre 2014.

Il  giornalista intervista Federico Faggin, famoso per essere il padre del microprocessore e impegnato  per anni a costruire un computer che imparasse da solo. Sfida interessante e impossibile. Chiusa  perché la consapevolezza sembra essere un fenomeno primario, irriducibile, non meccanizzabile.  Cattiva notizia? No, per Faggin tale stop tecnologico ha evidenziato quanta profondità sta  nell’essere umano.

Nell’uomo non tutto è macchina. Pensarlo macchina è sminuirlo, svalutarlo,  ridurlo a un «nient’altro che» fatto di bit. Come vorrebbe invece fare Ray Kurzwail, un softwarista  sostenitore del transumanesimo, prospettiva grazie alla quale vivremmo per sempre una volta che  riusciremmo – a suo parere entro il 2045 – a trasferire la nostra consapevolezza in un computer.  Affidare l’anima a un macchina, insomma, e così vivere per sempre, in un aldilà digitale. Per Faggin le macchine dovrebbero invece stare al loro posto: aiutarci ad avere una vita più facile e  più tempo libero, più spazio per noi. Più spazio per l’anima.

Questo è un blog per anime incarnate. Per facilitare loro la vita, dentro e fuori rete; per arricchirle;  perché la loro vita sia piena e abbondante, secondo la promessa del Vangelo che è Gesù stesso. Accettansi provocazioni e suggerimenti.

P. Paolo Floretta

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+1Email this to someone
Paolo Floretta
ARTICOLO DI: Paolo Floretta

“Fra Paolo Floretta è francescano conventuale. Laureato in filosofia e psicologia, è specializzato in psicoterapia. Ha lavorato al Messaggero di sant’Antonio, seguendo per alcuni anni lo sviluppo del web e il suo uso in chiave pastorle. Ha insegnato presso la Facoltà Teologica del Triveneto e si occupa di formazione e accompagnamento psicoterapeutico. Sta concludendo la specializzazione in teologia spirituale. Con don Marco Sanavio ha pubblicato Webpastore.it (EMP 2010).”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio